Dreaming About the Perfect Picnic (ovvero Salted Cake al tarassaco)

Via Pinterest
Tradizionale, romantico tête-à-tête, al parco, in città, in campagna, sul lago o sul fiume, improvvisato nel giardino di casa, è il Picnic. Lo sogno dalla scorsa estate, da quando la bella stagione ci ha abbandonati. E ora? Sembra che il sole non voglia baciare questi sogni infanti. Una tovaglia a quadri, un bellissimo cesto ricco di ogni bontà, l’ombra dei meli, una brezza profumata, il sorriso di quelli che si amano, le risa gioiose dei bambini che si rincorrono nel prato, gli acheni danzerini del tarassaco che libera i suoi paracaduti nel vento, il cinguettio incessante e soffuso degli uccellini, il mormorrio dei ruscelli.
Via Pinterest
E’ un cliché lo so, l’immagine del perfetto Picnic. Oggi poteva essere la giornata perfetta per scappare dalle mura domestiche e godere della bellezza che la Natura ha disposto in milioni d’anni di vivace fermento. Perchè sì, nonostante il potenziale distruttivo dell’essere umano, se ci si guarda intorno ci sono ancora luoghi selvaggi e meravigliosamente naturali sfuggiti all’artiglio violento dell’uomo. Sono scorci di bellezza, punti luminosi nel Nulla moderno e caotico. Ed è lì che la mente ed il corpo si rigenerano e riposano, è lì che ogni cibaria preparata col fine di deliziare il palato acquista ancora più sapore. Non è solo il luogo, non è solo il cibo, non sono solo le persone, è l’insieme armonico che si crea, ciò che fa ancora del picnic (per me) il rito, del riunirsi intorno al cibo, più piacevole che esista.
Da che conosco mio marito, le nostre serate sono sempre un picnic. Sottraiamo cibo alla cucina e ci organizziamo in sala sul tappetto. La nascita della nostra dolce cucciola non ha interroto questo ‘tradizionale’ pasto (nemmeno tanto frugale) che ci vede riuniti la sera, dopo una snervante giornata di lavoro. Se dopo lo stress delle giornata, dovessi sottopormi ai rigori di una cena che abbia del casalingo-formale, la mia voglia di cucinare scenderebbe davvero a livelli di: pizza e vai, tutte le sere!
Ma bando alle ciance, oggi vi lascio la ricetta di un tortino salato.

 
Salted cake al Tarassaco

Ingredienti:
  • 2 uova grandi
  • 20ml di latte
  • 50ml di olio EVO
  • 200g di farina 00
  • un mazzo di tarassaco 
  • 150g pancetta affumicata
  • 1 cipollotto rosso fresco
  • 1 bustina di lievito istantaneo
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

In una padella mettete ad appassire il cipollotto tagliato a rondelle con il tarassaco ben lavato e asciugato e la pancetta affumicata. Separate gli albumi dai tuorli; montate a neve gli albumi e lavorate i tuorli con una manciata (sana) di fleur de sel di Camargue e pepe (mix). Unite l’olio EVO e incorporate poco alla volta la farina setacciata. Intiepidite il latte e sciogliete il lievito istantaneo, infine unitelo al composto. Aggiungete il composto cipollotto + tarassaco + pancetta e mescolate bene. Per ultimo incorporate gli albumi e lavorate con la spatola lentamente.
Fate cuocere nel forno preriscaldato a 170°C  per circa 40min.
Quando ho servito la torta, ho utilizzato della crème fraîche su ogni fetta.
Credetemi, può benissimo rientrare nel vostro menù di ricette per picnic primaverili, poichè il tarassaco quale primizia da il meglio di sè in questo periodo.







(Visited 51 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someonePrint this page

6 Comments on Dreaming About the Perfect Picnic (ovvero Salted Cake al tarassaco)

  1. Anonimo
    2 maggio 2012 at 16:12 (5 anni ago)

    Vero vero… il sole si lascia desiderare… sarà vero che l'aumento di anidride carbonica ha aumentato le pioggie? non lo so… sta di fatto che i tempi e il tempo sta cambiando…
    Dopo quasi un mese di pioggie, e pioggia sia…!
    La torta sembra favolosa :* l'acqua ha dato vita a tantissimo tarassaco e a tante erbette.
    Mentre il prato del nostro giardino diventa più verde di prima… :))
    Danina

    Rispondi
  2. Miss Becky
    2 maggio 2012 at 20:25 (5 anni ago)

    Seguendo un programma-documentario che mi piace molto “La Terra vista dal Cielo” dicono che nel prossimo decennio con molta probabilità gli effetti del clima che ci spingerà a far parte del clima tropicale. (pare lo stesso destino tocchi al deserto dello Sahara, la fascia nord)

    Rispondi
  3. Claudia
    5 maggio 2012 at 11:45 (5 anni ago)

    Ma il tuo blog è splendido!!! Posso linkarti? Questa torta salata mi ha fatto venire una gran fame!! Il tarassaco dove lo si trova? Al supermercato non mi pare di averlo mai visto!

    Rispondi
  4. Audrey
    5 maggio 2012 at 11:59 (5 anni ago)

    Ciao,
    ho un regalo per te nel mio ultimo post. A Prsto!!!

    Rispondi
  5. Miss Becky
    5 maggio 2012 at 13:15 (5 anni ago)

    Grazie Claudia. Mi fa piacere che il blog ti piacia. Certo che puoi linkarmi…ne sarò felice! Il tarassaco, oltre a trovarlo nei campi (ma si consiglia di andare in motagna, lontane dalle strade) io l'ho trovato all'Esselunga. Probabilmente, con un pò di fortuna, puoi trovarlo dall'ortolano di fiducia o, se ne hai di vicine, una di quelle aziende agricole che vendono al pubblico i prodotti 'km 0'. 😉

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *