Summer Taste: Gazpacho al melone e robiola

In un pomeriggio di mezz’estate, mentre il caldo ti riduce ad una tazza di brodo, già che ci sei, per non farti mancar nulla, litighi con la compatta. Autozoom ed esposizione che falsa i colori (tanto per cambiare) la mise en place che di certo non è proprio degna di una fotografia da rivista culinaria. Cosa c’è di meglio per innervosirsi di una macchina che vorresti scaraventare al muro, un’esposizione che nonostante la splendiderrima luce esterna, non aiuta molto (per me che amo il bianco/azzurognolo folgorante di Donna Hay e di Sigrid Verbert).
Ma la lista dei contest dei desideri è lunga, bisogna vincere il nervosismo, mettere il naso nel frigo e tirare fuori ciò che c’è di più piacevole e fresco per la stagione estiva.
Gazpacho, amato, discusso, proposto e riproposto in tutte le varianti. Dal tradizionale a quello più intrigante, dal pomodoro, al melone, al cetriolo…ma io lo volevo. Mentre tutto si destruttura nel mondo culinario, io volevo strutturare un gusto estivo che mi piacesse…e volevo anche stratificare, già che c’ero, per non farsi mai mancar nulla.
Girava già da un pò in testa, ma About Food mi ha dato il pretesto in più per buttarmi. Così mentre Sia mi deliziava con la sua My Love ho scritto per voi quanto vi serve per il Gazpacho.
Ingredienti per 6 persone:
  • 1/2 melone retato
  • 100g di pomodorini ciliegini
  • 6 fette di pane toscano raffermo
  • aceto di miele Apicoltura Castel Belfort (q.b.)
  • 1 cipollotto di tropea
  • un mazzetto di basilico
  • 150g  robiola Osella
  • 1 tazza di panna fresca
  • olio EVO
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Pulite il cipollotto di tropea e appassitelo in padella con un filo di olio EVO e due cucchiai di acqua. Fate un taglio sui pomodorini ciliegini e tuffateli in padella insieme al cipolloto, coprite con un coperchio e lasciate cuocere finche non si saranno ammorbiditi. Lasciate raffreddare e poi frullate con il mixer ad immersione. Passatelo al setaccio per eliminare eventuali semini e bucce.
Cominciate ad aggiungere l’aceto di miele a poco a poco. Va a gusto, sta a voi trovare il giusto equillibrio tra il sapore immediato e l’equillibrio di sapori finale. Io per mio gusto personale l’ho voluto lievemente agrastro. Dovete tenere presente  che ci sara la crema/mousse di robiola, per cui un gazpacho troppo acidulo, rischia nel risultato finale, di farvi sembrare il formaggio poco fresco.
Versate quindi la passata di pomodoro sulle fette di pane toscano e lasciate riposare.
Nel frattempo in un mortaio pestate il mazzetto di basilico con un pizzico di sale fino a ridurlo a crema. Aggiungete un pò di olio Evo e tenetelo in fresco, perchè tornerà utile per la decorazione finale.
Preparate la crema di robiola facendo montare la panna a neve e aggiungete piano la robiola alla panna. Mescolate finchè non otterrete un composto omogeneo.
Pulite bene il melone, privandolo della buccia e dei semini, tagliatelo a cubetti e fatelo frullare. Aggiungete anche tre delle fette di pane imbevute di pomodoro. Nel mio caso ho usato anche la crosta ammorbidita del pane, ma voi potete toglierla e usare solo la mollica.
 Prendete le tre fette di pane restanti e ricavatene 6 dischi (2 da ogni fetta) tagliandoli con il coppapasta. Ora potete assemblare il tutto in sei bicchieri. Mettete il disco di pane sul fondo, con una siringa per dolci aggiungete la crema di robiola e un bel strato di gazpacho. Decorate con la crema di basilico e qualche fogliolina.
Prima di servire lasciate riposare in frigo per 6 ore.

Con questa ricetta partecipo al contest estivo di About Food .

(Visited 80 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someonePrint this page

6 Comments on Summer Taste: Gazpacho al melone e robiola

  1. SELENDIR
    25 giugno 2012 at 8:16 (5 anni ago)

    Ecco, adesso che sono diventata più brava di Champollion nella decifrazione delle antiche scritture, mi togli la paroletta indecifrabile? 🙂 Che dire, piccola stella???? Culinariamente parlando ormai sei al livello della Gelisio!!!! Ahahahahhahhahaha, non offenderti, lo so che ti ho insultata, ma è per ridere!!! Idea fresca e originale, da provare sicuramente! Aceto di miele …hummmmm…mumble mumble…mah

    Rispondi
  2. Juls @ Juls' Kitchen
    26 giugno 2012 at 8:09 (5 anni ago)

    Brava, ma proprio tanto! mi piace un sacco il tuo stile, come dicevo da me mi piace la magia, la serentià, la natura che traspare e permea tutto! sei una bellissima scoperta!

    Rispondi
  3. Miss Becky
    26 giugno 2012 at 17:04 (5 anni ago)

    Lo puoi fare anche a casa, l'aceto di miele. 🙂

    Rispondi
  4. Miss Becky
    26 giugno 2012 at 17:05 (5 anni ago)

    Grazie di cuore Giulia…. Ci siamo rivelate!

    Rispondi
  5. Anonimo
    27 giugno 2012 at 22:05 (5 anni ago)

    Fantastico!!! Sai unire primo, secondo frutta e… dolce insieme! per tenersi leggere e rinfrescarsi… eh sì… c'è bisogno di cibi simili per un'estate infuocata 😀 persino qui in montagna fa caldo… però almeno non c'è afa, umidità, puzze varie e almeno tre o quattro gradi in meno :Pp
    Lo ammetto… non ho mai provato gusti così diversi insieme… di solito li evito… ma sai che per te si fanno eccezioni :***
    Ne ho da sperimentare finiti gli esami 😀

    Danina

    Rispondi
  6. Fragolina
    19 maggio 2013 at 13:45 (4 anni ago)

    ma che bella ricetta mi ispira tanto! la voglio provare 🙂

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *