Del Mercato Europeo e delle gioie del palato

La Maga delle Spezie sul Pubblico Passeggio di Piacenza
Piacenza sta vivendo il suo lungo fine settimana sotto le luci e i colori del Mercato Europeo, giunto alla sua settima edizione. Olanda, Francia con la sua Provenza, Bretagna e Normandia, Belgio, Germania, i Balcani, Inghilterra e Spagna. E questa europeità si sta trasformando e sta ampliando i suoi orizzonti aprendo le porte all’Argentina, all’Israele e alla Thailandia.
Ieri, nella prima serata di questa kermesse culinaria, mi sono letteralmente data alle follie. Inutile stare ad elencare le bontà (o forse ne vale la pena)…scorpacciata di coccoretti del Belgio (altrimenti conosciuti come rocher noix de coco), qualcosa come 1 kg di biscotti bretoni dai sablée breton, ai ripieni al fico, al limone, ai petit rocher au noix de coco, le galettes bretonnes, per indugiare con un baratolo di crema di latte al burro salato (dulce de leche venduto allo stand dei francesi). Ho acquistato anche un bel coltello, decisamente vecchiotto, da un improbabile venditore (beh, aveva l’aria di un pirata, questo sì) di chincaglierie recuperate da improbabili galeoni sprofondati (forse più un recupero da vecchie navi, questo sì).
Mi sono soffermata per lungo tempo tra le spezie di una Maga dolcissima, dagli occhi luminosi. Oggi tornerò nuovamente da lei, perchè la nigella che ieri mi faceva l’occhiolino me la sono sognata tutta la notte.
Per non parlare del maiale stufato nella birra, con quel qualcosa di affumicato che stordisce piacevolmente le papille. Ce lo siamo gustato senza fiatare per concludere con una densa, pastosa e scurissima Guiness nello stand Irlandese.

Che profumo!

Artigiano toscano

Bretagna di burro e di zucchero
E per immergersi in qualcosa di shabby, ecco qualche gatto e qualche spiritosa oca fermaporta.
.…e non finisce qui!
(Visited 57 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

5 Comments on Del Mercato Europeo e delle gioie del palato

  1. SELENDIR
    13 settembre 2012 at 18:02 (5 anni ago)

    Adesso capisco perchè non ti si ritrova più da nessuna parte! Hai la testa immersa in un secchio di spezie e biscotti!!!! Ooohhhh tesorilla che meraviglia, che irresistibili delizie. Ma ti immagino correre da un banchetto all'altro gridando “Mio, è mio, tutto mio…il mio tessssoro”!!! Mamma mia quei mazzi di lavanda! Io che l'adoro così tanto e non riesco a farla durare più di un mese o due!!!!! Ma perchè?????

    Rispondi
  2. Marina Paris
    14 settembre 2012 at 12:18 (5 anni ago)

    Molto interessante il tuo blog, da oggi ti seguo! Buona giornata

    Rispondi
  3. Miss Becky
    14 settembre 2012 at 12:50 (5 anni ago)

    Grazie Marina. 🙂 un bacio e buona giornata

    Rispondi
  4. Miss Becky
    14 settembre 2012 at 12:52 (5 anni ago)

    Capito Sele????…si si, sembravo proprio Smeagol con l'anello 😀

    Rispondi
  5. Anonimo
    17 ottobre 2012 at 11:13 (5 anni ago)

    Ma perché queste cose belle non le fanno anche a Torino?! non mi costa nulla scendere in carrozza o con lo slittino dal mio cucuzzolo, lo farei ogni stagione! Invece lì fanno solo e solamente diavolerie sul cioccolato XD okkai… è buonissimo, ma dopo un po' che barba :DDD
    Danina

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *