Torta di Patate Dolci variegata alle Carote Nere

Non trovo pace nemmeno il sabato e ancor meno la domenica. Il cruccio della settimana appena trascorsa è stato la patata americana. Dolce delizia, fibrosa, provata in crema. Volevo friggerla, farla arrosto quale accompagnamento di carne, ma volevo anche un dolcetto. Ma quale esattamente? Mi sono affidata un pò alla fortuna.

Samhain o Halloween che dir si voglia è alle porte e spesso associo a questa festa i sapori dolci, terrosi…zucche, carote, mele, cannella, noci e castagne, rape e perchè no, le patate dolci. Ma torniamo a questa torta. Ha la consistenza di un budino, il che mi porterà in futuro a fare ulteriori modifiche, ma nel complesso il sapore è davvero, davvero autunnale, come piace a me.

Ingredienti

  • 300g di patate americane
  • 130g di zucchero
  • 100g di burro
  • 170g di farina 00
  • 4 uova
  • 1/2 bicchiere di latte tiepido
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 mele
  • 2 carote nere
  • una generosa spolverata di cannella
  • 1 pizzico di sale

Preparazione
Sbucciare, tagliare a pezzetti e far bollire le patate. Lasciate intiepidire e lavorate con la frusta come se fosse purè, unendovi il latte tiepido nel quale avrete lasciato in infusione il baccello di vaniglia Mondare e grattuggiare le carote nere, metterle in una casseruola con 30g di zucchero e 1 cucchiaino di acqua e lasciar cuocere a fuoco lento.
In una ciotola lavorate i tuorli, 100g di zucchero e il burro fuso. Quando il composto sarà spumoso aggiungete la purea di patate dolci, i semini della vaniglia e incorporate poco alla volta la farina, un pizzico di sale e il lievito.
Aggiungete alle carote un pò di cannella e 1/4 del composto.
Pulite le mele, tagliatele a fettine e disponetele sul fondo di una teglia coperta da carta forno. Cospargete di zucchero e versate nella tortiera uno strato di composto chiaro, tutta la parte di composto alla carota nera e il restate chiaro.
Fate cuocere nel forno preriscaldato a 175° C per circa 45min.
Lasciate intiepidire e capovolgete la torta. Servite tiepida con un ciuffo di panna montata.

(Visited 107 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

6 Comments on Torta di Patate Dolci variegata alle Carote Nere

  1. SELENDIR
    15 ottobre 2012 at 11:08 (5 anni ago)

    Puntuale come una cambiale in protesto, ti arriva la mia domanda: Carote nere????? what? Te l'aspettavi vero? Mai sentite nominare o viste da qualche parte. Che differenza c'è, a parte il colore, con le carote usuali? Mamma mia, figliola, a volte è difficile starti dietro….:)

    Rispondi
  2. Miss Becky
    15 ottobre 2012 at 14:29 (5 anni ago)

    Va bene Valle Serrata, ma caspiterina, pure le carote nere non vi fanno passare? Io le compro generalmente all'esselunga, ma si trovano anche alla coop. Diversità da quella classica è il sapore ancor più dolce ed il colore è stupendo, anche se nella cottura che ho fatto io è leggermente cambiato. Pensa Sele, chicca delle chiuccuzze: la carota nasce nera, ma quei gran mattacchioni degli olandesi, in onore di re Guglielmo d'Orange la fecero diventar arancione. Non ti sto nemmeno a dire che sulla lista della spesa questa settimana c'è la carota bianca 😀 se no dai una testata al muro del supermercato. 😀

    Rispondi
  3. SELENDIR
    15 ottobre 2012 at 16:16 (5 anni ago)

    Ecco, brava, non dirmelo….:(

    Rispondi
  4. Anonimo
    15 ottobre 2012 at 22:51 (5 anni ago)

    So di aver trascurato parecchie cose ultimamente… ma non me stessa! Mi prendo del tempo per riflettere perché sì… è tempo di cambiare :))
    Ma mi mancava la tua cucina… l'odore sfizioso dolce e piacevole che emanano i tuoi unici piatti!
    Ne ho da leggere questa volta… 😀
    Sono sempre più meravigliata quando passo di qui :****
    Danina tua che ti pensa sempre anche se ultimamente è su un altro mondo ^.^

    Rispondi
  5. Miss Becky
    16 ottobre 2012 at 8:53 (5 anni ago)

    Stellina tu, il tempo speso dedicandolo a noi stesse è il migliore. Siediti comoda e goditi le ricette, goditi i cambiamenti in attesa di abbracciarci a Samhain, in attesa di stropicciarci a Yule.

    Rispondi
  6. Anonimo
    16 ottobre 2012 at 22:22 (5 anni ago)

    Sì, non vedo l'ora di stropicciarti anch'io e spupazzarti per bene!!! ^.^ corro a mangiare due castagne (le prime!!!) che oggi non mi sono fermata un attimo :***
    Danina sognatrice

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *