Caramel Shortcake prima del Disgelo

Prima che sopraggiunga la folle idea di darsi alla dieta, prima del tepore della Primavera, mi concedo ancora una delizia poco salutistica e collesterolica in tema con questo inverno coccoloso, fatto di ricordi, di dolcezze infinite, di coccole per anima e cuore.

Sono rientrata al lavoro già da una settimana e le mattine sono tornate nel rigore ormai conosciuto. I minuti che mi concedo in più con gli angoli del piumino tirati sopra la testa e il naso al calduccio, la colazione fatta di fretta davanti al pc per ‘spiare’ le ultime novità sul mio mondo. Quel mondo fatto di deliziose compagne di viaggio; chi intenta a cucinare, chi a ricamare, chi a scattare meravigliosissime fotografie e congelare attimi di eternità, chi a rendere unico il suo pezzetto di ‘rete’. Sì, la luminosa rete di donne che trapuntano il ‘mio’ web. I bacini rubati alla mia piccolina prima di scappar via….le corse, i pazienti, i problemi di tutti che si affollano nel mio giorno lavorativo e l’agognato rientro a casina, tra gli affetti, i fornelli e il caldo angolino vicino al caminetto dove poter sognare.
Così, come “scald’anima” dalla tradizione scozzese vi propongo un dolce che più dolce non si può, che più comfort food di così non è contemplabile. Biscotto, crema al caramello e cioccolato. In barba alle coronarie, alla glicemia questo è uno di quei pezzetti di paradiso che valgon la pena di sacrificarsi su tutto quello che poi verrà…perchè sì, San Nicola è passato, Natale è passato, Santo Stefano pure, l’Ultimo dell’Anno anche, da brava Befana ho girato e per quanto il popolo rumeno sia festaiolo, prima di qualche settimana al orizzonte non si profila altra festa. Poteva essere l’occasione per un buon paio di settimane detox, invece eccomi a centrifugare e confondere i miei già confusi neuroni con questa meraviglia dolce.
Conosciuti come caramel shortcake, caramel slice, Millionaires’ shortbread, caramel shortbread, questi deliziosi cubotti sono così dolci da risultar perfino stuchevoli se non si usa qualche piccola accortezza.
Io la ricettina l’ho presa in prestito da La Ciliegina sulla torta. Il fatto che abbia scelto di utilizzare il cioccolato fondente al posto di quello al latte mi è piaciuto perchè rende questo dolce meno stuchevole.
Cioccolato che in questi giorni, ma soprattutto in questi ultimi morsi, mi ha fatta pensare ad uno dei miei film culinari preferiti: Chocolat!!! A Vianne, maître chocolatier da far tremare i pavimenti in legno del suo negozietto pieno di profumo, al bel zingarello Roux che ci sta tutto interpretato da Depp…Così, vi lascio anche uno dei brani che adoro di questo film…mentre l’irrequieto vento del Nord soffia anche qui.
 

Ingredienti:

per la base biscottata:
  • 170g di farina 00
  • 120g di burro demi-sel
  • 70g di zucchero semolato
per la crema al caramello:
  • 500g di latte condensato zuccherato Nestlé
  • 80g di burro demi-sel
  • 90 g di golden syrup con la ricettina della Cuochina
per la copertura:
  • 80g di cioccolato fondente (70%)
  • 80g di cioccolato al latte
  • 30g di burro
Preparazione:
Lavorate lo zucchero con il burro a temperatura ambiente e la farina fino ad ottenere un composto sabbioso come quello dei sablè. Imburrate una teglia, infarinate e stendete l’impasto schiacciandolo leggermente con le dita, ma facendo attenzione affinchè rimanga perfettamente liscio (altrimenti addio tre stratti perfetti). Forate la pasta con una forchetta, infornate e lasciate cuocere per circa 20min a 170°. La base dello shortcake deve risultare dorato. Lasciate raffreddare e nel frattempo preparate la crema.
In un pentolino fate sciogliere il burro, aggiungete il latte condensato e il golden syrup. Lasciate cuocere a fuoco lento per circa 10-12min mescolando sempre. Quando sarà denso e dorato, togliete dal fuoco e versate sulla base di biscotto. Muovete la teglia in tutti i sensi affinchè la crema ricoprà ogni parte del biscotto in maniera uniforme. Lasciate raffreddare.
Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente, aggiungete il burro e mescolate. Versate infine anche il cioccolato fuso sopra gli altri due strati, lasciate raffreddare da prima a temperatura ambiente, poi in frigorifero per almeno 3-4 ore.
Per fare tagli così perfetti dovete usare un coltello a lama liscia, non seghettata, ben affilato. Sotto l’acqua bollente fate scaldare la lama, aciugatela e affondatela nel dolce. Ripetete questa operazione per ogni taglio, poichè il dolce risulterà assai duro dopo averlo tenuto in frigo, ma è l’unico modo per avere un taglio perfetto.
(Visited 60 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

10 Comments on Caramel Shortcake prima del Disgelo

  1. giulia pignatelli
    10 gennaio 2013 at 7:25 (4 anni ago)

    Ma si… alla dieta ci pensiamo domani!!! Ottimo questo dolce e bellissime foto, buona giornata!

    Rispondi
  2. Vaty ♪
    10 gennaio 2013 at 9:09 (4 anni ago)

    Me lo concederei anche io cara Becky e volentieri 🙂
    Mi piacciono sempre le tue proposte perché sono molto particolari e inaudite almeno per me.
    Tu ringrazio perché così mi riporti a ricordare i sapori provati lungo i miei tanti viaggi all'estero da piccola in paesi di queste tradizioni.
    Un abbraccio affettuosa e felicissima che siamo in contatto anche su fb.. Ieri mi sono sciolta davsbti alle foto…

    Rispondi
  3. Simo
    10 gennaio 2013 at 9:29 (4 anni ago)

    che delizia, bellissimi da vedere e favolosi da gustare…

    Rispondi
  4. La casa sulla scogliera
    10 gennaio 2013 at 9:41 (4 anni ago)

    Sono semplicemente meravigliosi, questi pezzettini di paradiso! E poi, io adoro il fondente…
    Siamo a dieta, è vero, ma una volta a settimana si può trasgredire… no?ù
    Grazie per questa meraviglia!
    Baci
    Elli

    Rispondi
  5. Miss Becky
    10 gennaio 2013 at 18:35 (4 anni ago)

    Felice di essere complice di ricordi culinari. In merito alle foto, posso affermare con tutta sincerità la stessa cosa. Sofi è da mangiar di bacetti. 😀
    Abbracciotti e baciotti ad entrambe…

    Rispondi
  6. Miss Becky
    10 gennaio 2013 at 18:36 (4 anni ago)

    Grazie Simo. Per quanto sia lungo il post, sono anche facilissimi da fare seguendo la ricetta di Jessica de 'La ciliegina'.
    Bacetti

    Rispondi
  7. Miss Becky
    10 gennaio 2013 at 18:37 (4 anni ago)

    Al diavolo si..ben detto Elli! Una volta ogni tanto ce lo possiamo anche concedere un pò di sano colesterolo puro 😀
    Bacetti a te….

    Rispondi
  8. Artemisia
    13 gennaio 2013 at 0:46 (4 anni ago)

    Sono stupendi Reb! Mi si impasta la bocca solo a guardarli! ghghgh
    meraviglia^^
    e buon rientro al lavoro, anzi.. rientro DAL lavoro^^.
    bacio

    Rispondi
  9. Anonimo
    21 gennaio 2013 at 23:37 (4 anni ago)

    A prima vista mi sembravano pezzettini deliziosi di torta sacher 🙂 adoro il caramello non stucchevole… lo prendo spesso nel gelato 😀
    Danina

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *