Crema di Zucca arrostita con Zenzero e Cardamomo & The Pumpkin Tale

Un giorno un contadino osservava un’imponente quercia e una pianta di zucca. “Mi pare – diceva – che il Signore Iddio abbia commesso un grosso sbaglio. Il frutto della zucca, così grosso e pesante, dovrebbe essere della quercia, e la piccola ghianda sarebbe assai appropriata alla pianta della zucca”.
Poi si sdraiò all’ombra della quercia e continuava le sue riflessioni sulle cose create.
Ad un tratto si staccò una ghianda dall’albero e andò a battere proprio sul naso del contadino, il quale si alzò irritato ed esclamò: “Iddio Creatore non ha sbagliato, non sbaglia mai. Se fosse caduta una zucca, che cosa sarebbe accaduto al mio povero naso?”
Un racconto di Jean de la Fontaine
Fuori la Signora Inverno mostra ancora il suo candido manto. Scintillanti fiocchi imbiancano le strade del mio paesello ricordando a noi tutti che in fondo possiamo solo sottostare alle meravigliose leggi di Madre Natura.
Dopo un periodo di dolci e dolcetti (non che sia finito!!), con il freddo degli scorsi giorni in famiglia avevamo proprio bisogno di scaldarci stomaco e cuore con una cremina morbida e saporita.
Così rispolverando il buon metodo di arrostire le verdurine prima di passarle, me ne sono concessa un’altra di quelle che combinano la dolcezza della zucca, carote e zucchine alla freschezza dello zenzero e del cardamomo.
Ma bando alle ciance…vi lascio la mia canzoncina del giorno…

Ingredienti:

  • 300g di zucca napoletana
  • 3 carote grandi
  • 2 zucchine
  • 1 cipolla di tropea
  • 2 spicchi di aglio rosa di Lautrec
  • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
  • 3 capsule di cardamomo
  • 1 bicchiere di latte
  • mix di semi (io ho utilizzato quelli di finocchio, sesamo e  lino)
  • olio EVO
  • un pizzico di sale di Camargue
Mondate e tagliate a pezzi grossi la zucca, le carote, le zucchine, l’aglio e la cipolla di tropea. Irrorate con olio EVO, aggiungete un pizzico di sale e  fatte cuocere nel forno preriscaldato a 180° per circa 35/40min.
Scaldate il latte e lasciate in infusione i semi di cardamomo liberati dalla capsula. Togliete le verdure dal forno e spostatele in un recipiente a sponde alte eliminando la cipolla e l’aglio. Filtrate il latte e aggiungetelo alle verdure. Riducete il tutto in crema con il minipimer.
Aggiungete infine zenzero grattugiato, mescolate, mettete in ciotoline o tazzoni, spolverate con mix di semi tostati e servite caldo.
(Visited 56 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

5 Comments on Crema di Zucca arrostita con Zenzero e Cardamomo & The Pumpkin Tale

  1. Ely Valsecchi
    28 gennaio 2013 at 16:27 (4 anni ago)

    Bellissima questa favola e buonissima questa crema, sai che sto scongelando la zucca che ho messo via quest'autunno? Mi sa che stasera si va di crema mi hai conquistata! Qui niente neve ma fa freddo e ho un po di brividi sarà mica l'influenza? Baci

    Rispondi
  2. monica
    28 gennaio 2013 at 17:20 (4 anni ago)

    strano ortaggio la zucca, e così tanto da giustificare una bella storia che non conoscevo; mi ha fatto sorridere, e mi ha consegnato un significato particolare che esula dal cibo e porta con sè qualcosa di magico. bellissimo, grazie. A presto***mony

    Rispondi
  3. Miss Becky
    28 gennaio 2013 at 22:38 (4 anni ago)

    Ottimo Ely…con questo freddo, con i malani di stagione in aguato, meglio fare il pieno di vitamine. Se ti va, poi dimmi le modifiche che hai fatto…se l'hai adattata al tuo gusto.
    Bacetti

    Rispondi
  4. Miss Becky
    28 gennaio 2013 at 22:44 (4 anni ago)

    Hai ragione Monica 🙂 Colei che ha creato ha fatto sì che ogni cosa fosse perfetta. Un abbraccio Monica e grazie di esser passata nel mio piccolo Cottage.

    Rispondi
  5. Anonimo
    4 febbraio 2013 at 23:14 (4 anni ago)

    La zucca non manca mai, ci accompagna durante l'inverno ^.^ …dev'essere squisita questa cremina!!
    Danina tua

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *