The Ultimate Choco’cocos Cake

chocolate coconut cake
Inverno, coccole, pensieri, ispirazioni, nostalgie, attese, intuizioni, promesse, delusioni, conquiste, viaggi, rivelazioni, sorrisi, emozioni, baci, speranze, amori…VITA! Vita che va veloce, attraversa a cavallo del vento i fili d’erba lucidi di brina, scintillanti nel sole di un febbraio pieno di segni.
E a chi vuole costantemente coprirmi gli occhi io dico: No grazie! Avrò coraggio, devo…avrò la forza di rimettermi in gioco, di ricominciare, perchè no, non è amissibile che a 33 anni ti dicano che lavorativamente non hai più opportunità, non hai più possibilità e vieni rifiutato perchè non più sfruttabile per contratti indegni d’esser considerati tali.

Avrete notato tra le righe ultimamente dello scontento. Ed è il malcontento dovuto ad un lavoro che, al di là delle soddisfazioni a livello emotivo personale, non mi porta più alcun guadagno. E’ contro ogni legge morale far lavorare una persona e non corrisponderli in denaro quanto previsto? Pare di sì, o forse no…chissà, c’è gente che pensa che tu vada a ‘perdere’ il tuo tempo in un certo luogo perchè non hai di meglio da gestire nella tua esistenza.
Ieri sera si è alzato il vento su questa situazione diventata ingestibile, perchè sì, non ho altre fonti di reddito se non quelle provvenienti dal mio lavoro primario, quello di infermiera in studio odontoiatrico.
Confesso che un desiderio nascosto di diventare una brava food blogger da qualche parte lo custodisco e alimento, ma so che ci vuole molto di più di quello che riesco a dare ai miei pochi ma fedeli e sinceri lettori (o è il caso di dire lettrici visto che siete tutte donnine?!).
Cavalcare l’onda del successo presuppone non solo molta bravura, ma anche tanta fortuna!
Forse è proprio quando siamo messi alle strette che tiriamo il meglio di noi per sopravvivere, per riemergere…e mi auguro con tutto il cuore che questo accada anche a me. Nel mentre, mi godo un febbraio luminoso e pieno di … coccole, pensieri, ispirazioni, nostalgie, attese, intuizioni, promesse, delusioni, conquiste, viaggi, rivelazioni, sorrisi, emozioni, baci, speranze, amori…VITA! 
Senza troppe pretese.
Oggi, mentre girovagavo tra i blog di amiche cuochine, sono andata dopo un pò di settimane anche sul blog della cara Jul di Juls Kitchen. Ho letto con piacere il suo ultimo post carciofoso e ‘nonnoso’. Le ho scritto brevemente quanto la invidiassi, senza cattiveria. Perchè sì, a me nonnina manca da morire. Mi manca sedermi accanto a lei a tavola, condividere il pasto, i pensieri, le chiacchierate, lasciare che m’insegni un altro dei suoi trucchi per un dolce al limone più agrumato e profumato. Osservarla mentre guarda la mia piccolina, osservarla mentre guarda la donna che sono diventata.
La sua ‘partenza’ è uno dei passaggi della mia vita che ancora fatico ad elaborare, assimilare.
E forse per questa mancanza che sento e per meglio chiudere il coperchio su questo caotico vaso di Pandora che è stato questa settimana, che oggi mi sono concessa una delizia che ho elaborato nel tempo tanto da essere arrivata ad affermare che questa è decisamente la mia The Ultimate in tema di torte non troppo pasticciate (quelle che preferisco! ove per pasticciato s’intendo ultracarico di creme).
Cioccolato, noce di cocco ed un profumo irresistibile che penetra le cose di casa…tra dolcezza, pensieri orientali, tra Giappone e Thailandia. Così vagamente ispirata, poichè la Musa tace da qualche anno e non compongo più alcuna poesia (ah sì, avevo dimenticato di dirvi in quasi un anno di blog che scrivevo anche poesie), vi lascio un breve haiku sulla noce di cocco.
(poco più di un haiku)
Ingredienti:
  • 5 uova
  • 225g di burro
  • 200g di zucchero
  • 200g di farina 00
  • 200g di cioccolato fondente
  • 5 cucchiai di latte
  • 130g di cocco grattugiato + 80g per il ripieno
  • 150ml di panna fresca (per il ripieno) + 50ml per lasciare in ammollo il cocco
  • 50g di zucchero vanigliato (per il ripieno)
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato
chocolate coconut cake

Preparazione:

In una ciotola mettete il cioccolato fondente a pezzetti e fatelo sciogliere a bagnomaria con 5 cucchiai di latte. Lasciate intiepidire.
Separate i tuorli dagli albumi e lavorate i tuorli con il burro e lo zucchero finchè non avrete ottenuto un composto spumoso, soffice e chiaro.
Aggiungete poco alla volta il cioccolato sciolto e lavorate con le fruste. Unite poco alla volta la farina di cocco, la farina 00, il pizzico di sale e il lievito e lavorate.
Montate a neve gli albumi e incorporate poco alla volta al composto. Imburrate e infarinate una teglia, versate il composto e mettete in forno. Fate cuocere per circa 40 min nel forno preriscaldato a 170°.
Sfornate e lasciate raffreddare.
Per il ripieno occorerà lasciar rinvenire il cocco grattugiato in una ciotola con 50ml di panna, anche tutta la notte. Montante la panna fresca con lo zucchero a velo e aggiungete il cocco grattugiato che avrà assorbito tutta la panna nela quale l’avrete lasciato. Farcite la deliziosa torta ‘cioccococcosa’ e godetevela.

chocolate coconut cake

(Visited 63 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

13 Comments on The Ultimate Choco’cocos Cake

  1. Miss Becky
    10 febbraio 2013 at 1:32 (4 anni ago)

    Felicità è questione di pancia, è questione di cuore, è questione di anima! <3

    Rispondi
  2. La casa sulla scogliera
    10 febbraio 2013 at 21:34 (4 anni ago)

    Deve essere davvero ottima e ti invidio, ne mangerei volentieri una bella fetta!
    Per il resto, non ti amareggiare e vai avanti dritta per la tua strada. Ti capisco, cara, io sono stata lasciata a casa 8 anni fa, perché aspettavo la mia bambina…
    Come sai, le donne sul lavoro devono ancora farne tanta, di strada!
    Un abbraccio sincero.
    Elli

    Rispondi
  3. Miss Becky
    10 febbraio 2013 at 23:40 (4 anni ago)

    E' una grande vergogna Elli. Sono certa che grazie alla tua dolce bimba quei momenti sono più che superati. Grazie, la torta è davvero buona sai…ed è anche molto facile da fare. 🙂
    Un bacio

    Rispondi
  4. SELENDIR
    11 febbraio 2013 at 9:30 (4 anni ago)

    Non ti arrendere mai, la tua forza da forza anche a coloro che ami e che ti amano. E se loro prendono forza da te, te la restituiranno insieme a tanto amore. Vai avanti per la tua strada, la VITA ti verrà incontro a braccia aperte. In quanto alla torta…che dire? CI infilerei la faccia dentro…”e il naufragar m'è dolce in questo mare”….di ciocco cocco panna 🙂

    Rispondi
  5. Anonimo
    13 febbraio 2013 at 23:35 (4 anni ago)

    Questa torta è BELLISSIMA e di sicuro sarà anche buonissima… *.* grazie Reb! mi piace ^.^
    Mi dispiace per lo stress lavorativo… meno male che ci resta il cibo… e l'amore per esso oltre che per le persone care… che non ci tolgano questo!!!
    Danina

    Rispondi
  6. Elke
    18 febbraio 2013 at 14:23 (4 anni ago)

    Forza splendida e dolcissima donna! Hai mille capacità e risorse, e sei circondata di Amore :*
    Questa torta è qualcosa di MERAVIGLIOSO, devo proprio provare a farla anch'io, grazie per aver condiviso “the ultimate” 😀 sono sicura che ci è voluta una lunga e gustosa sperimentazione!
    Un abbraccio stretto, a te, al prode e alla fatina

    Rispondi
  7. Stefania Zecca
    18 febbraio 2013 at 17:07 (4 anni ago)

    ciao Becky, posso dirti di non scoraggiarti? Sei ancora giovanissima con un sacco di prospettive che magari adesso non vedi per la delusione… io sono un po' più grandicella di te, non mi mancano i momenti bui e non mi sono mancati, o le delusioni sul lavoro e altro. Adesso lavoro per conto mio, poco o pochissimo ma sto cercando di mettere a frutto le mie passioni più grandi… magari a 60 anni raccoglierò i frutti. Coltiva la tua curiosità e il tuo estro come puoi. Ti auguro davvero tanto di trovare la tua strada, io la mia continuo a cercarla. La torta è così bella e soffice me la mangerei tutta in un solo boccone! A presto

    Rispondi
  8. Miss Becky
    18 febbraio 2013 at 19:43 (4 anni ago)

    Lo farai presto Sele 😉 …tanto che ti stuferai di mangiarne 😀

    Rispondi
  9. Miss Becky
    18 febbraio 2013 at 19:45 (4 anni ago)

    L'amore non possono togliercelo, o la passione…ma credo che ce la stiano mettendo proprio tutta per levarci i mezzi per coltivare le passioni.

    Rispondi
  10. Miss Becky
    18 febbraio 2013 at 19:51 (4 anni ago)

    Mia dolce elfetta, ti darà tante di quelle soddisfazioni…una forchettata dopo l'altra, magari accompagnati da sorsi di Twinings 'Voyage Brazilian Baìa' 😀

    Rispondi
  11. Miss Becky
    18 febbraio 2013 at 19:55 (4 anni ago)

    Grazie Stefania, apprezzo molto le tue parole e i tuoi consigli. Cercherò di farne tesoro, proprio come ho fatto con quelli di amiche di vecchia data.
    Tu fai qualcosa di davvero splendido e spero davvero che alla tua passione venga riconosciuto il giusto valore.
    La 'strada' o la Cerca come amo chiamarla io è un viaggio infinito nella bellezza. Certe volte è dura, nessuno ha mai detto che non lo sia…e certe volte è bello da sentirsi l'Anima ricolma.
    A presto dolce Stefania

    Rispondi
  12. Anonimo
    13 marzo 2013 at 16:54 (4 anni ago)

    Io e mamma l'abbiamo preparata l'8 marzo per il compleanno di un amico…. CASPITA! è diventata la MIA torta preferita :DDD cioccolatosa quanto basta e nello stesso tempo delicata, e poi il cocco (lasciato però a bagno nel latte di riso!) è la morte sua…… *.*
    Dana

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *