Torta di mele ‘Giardini del Mediterraneo’

Di sciroppo al basilico, di sciroppo alla lavanda, di Provenza, di Cracco, di mele, di tempo che fugge.
Ci sono giorni che non passano mai, ed altri che nemmeno ti accorgi siano passati. Così questa settimana mi sta scivolando tra le dita. Oggi è mercoledì, di già e mi pare di aver concretizzato poco. Ci metto troppo tempo a decidermi quale ricetta preparare, a realizzarla e tra una e l’altra ho le mie belle distrazioni di quasi 22 mesi. Poi quando è tutto sfornato e sono pronta per la foto fuori è già buio. Così finisco col fare foto delle quali non sono mai soddisfatta.
E questa tortina subirà la stessa fine impietosa. Perchè se anche cerco di ottimizzare il tempo e scrivervi già la preparazione mentre lei nel forno fa il suo sacro miracolo, il tempo fugge ugualmente.

Oggi peregrinavo come mio solito lungo la Costa Azzurra, nell’entroterra profumoso di lavanda ed erbe aromatiche, in Liguria, nel porto di Genova circa 600 anni fa, inerpicata su uno dei calanchi di Cassis ad osservare specchi d’acqua azzurra e limpida, quando mi sono immaginata nel fresco giardino di una dimora provenzale. (sarà che sto cuore cerca davvero il sole ora, con tutta sta Provenza che vi propino in tutte le salse) Ebbene sì, dicevo, ero in questo giardino ombreggiato, fresco, con una bella limonata al profumo di lavanda in adorata contemplazione di un rigoglioso basilico quando, vista la voglia reale che ho ancora di mele in tutte le declinazioni possibili culinarie e non…che mi attraversa il pensiero, sempre reale, dello sciroppo aromatizzato al basilico.
Ma guarda un pò, avevo giusto una confezione di basilico fresco in frigo. Così, metti che hai d’avanzo 100g di zucchero e che il comune gentilmente ti distribuisce 100ml di acqua fredda gelata…fai sciroppo, mentre è ancora caldo ci tuffi dentro una manciata di foglie di basilico e lasci riposare tutto mentre casa prende a profumare come uno di quei luoghi dove altro non fanno da mattina a sera che pestar basilico nei mortai.
E così mele+sciroppo di lavanda (già preparato scorsa settimana)+ sciroppo di basilico+foglie di basilico fresche+ricotta+limone+qualche rametto di timo = Torta Giardini del Mediterraneo.
Poi inciampo in Cracco, nell’intervista che Vanity Fair ha fatto alla sua donnina e scopro che dietro quell’aria da duro che francamente prenderei a sberle certe volte, si nasconde oltre ad uno chef strepitoso, anche un sentimentalone simpatico. L’avrei mai detto io che Cracco è simpatico?!! Naaaaaa…
Eppure mi tocca ricredermi, forse!
Ma eccovi la torta….tiepida, profumata d’amore, che scioglie il cuore e predispone agli incontri amorosi…perciodunque ‘afrodisiaca’.

Ingredienti:
  • 500g di ricotta fresca
  • 100g di zucchero + 30g di zucchero di canna per il fondo della tortiera
  • 110g di fecola di patate
  • 3 tuorli + 1 albume
  • 80ml di panna fresca
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di vanillina
  • la scorza grattugiata di un limone Bio
  • 3 cucchiai di sciroppo al basilico + 2 di sciroppo alla lavanda
  • 1 rametto di timo
  • 2 mele Golden grandi (ne sto riscoprendo ed apprezzando il sapore e profumo nelle torte, al posto delle classiche renette)
Preparazione:
In una ciotola capiente lavorate lo zucchero con i tuorli e l’albume a spuma, finchè non avrete un composto chiaro che scrive sollevando la frusta. Aggiungete il sale, la vanillina e la fecola e amalgamate. Aggiungete anche la panna e la ricotta setacciata, la scorza di limone e lo sciroppo di lavanda.
Tagliate le mele a fettine sottili (circa 2cm). Foderate una teglia con carta forno, distribuite lo zucchero di canna sul fondo, le foglioline di timo, lo sciroppo di basilico, disponete le fettine di mela a rosone, coprite con l’impasto e mettete a cuocere nel forno preriscaldato a 175° per circa 45min. Lasciate intiepidire, capovolgete e servite tiepida con uno sbuffo di panna o della crema inglese aromatizzata (indovinate un pò…ma guarda te a volte i casi della vita) alla lavanda. 😀  … oppure come sperimentato stasera, altro sciroppo al basilico che ci sta proprio bene, ma bene bene.

Spero di cuore di non tormentarvi più con desideri provenzali, almeno per un mesetto…ma la creatura che tormenta dolcemente i miei sogni notturni a volte mi suggerisce cose che non so non mettere in atto.
(Visited 70 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someonePrint this page

10 Comments on Torta di mele ‘Giardini del Mediterraneo’

  1. Vaty ♪
    27 febbraio 2013 at 23:12 (5 anni ago)

    Ci sei cascata anche tu con cracco;) a me piace da sempre-!
    Che tortina deliziosa:-))

    Rispondi
  2. Miss Becky
    27 febbraio 2013 at 23:24 (5 anni ago)

    MMhhhh…è in fase di valutazione Vaty 😀 La sua bravura è indiscutibile, è uno chef a cui gli attributi certo non mancano…è dal punto di vista 'personale' che ho avuto sempre delle perplesità. Parla poco e quando lo fa o ti glorifica o ti spedisce all'inferno 😀 (parlando del programma televisivo)…Ma forse anche su quello devo ricredermi…
    Bacetti

    Rispondi
  3. Ely
    28 febbraio 2013 at 0:00 (5 anni ago)

    Non fatico a credere che questa torta possa essere afrodisiaca!! Che delizia, sai che adoro le mele.. e le tue torte sono davvero delle meraviglie di gusto…! 😀 Conosco Cracco molto poco per poter dire qualcosa a riguardo.. ma di certo posso concordare con te che la settimana è letteralmente volata!!! TVB

    Rispondi
  4. giulia pignatelli
    28 febbraio 2013 at 7:40 (5 anni ago)

    Bella torta Miss!! Concordo a pieno con te sulla golden, anche a me piace più della renetta!

    Rispondi
  5. Miss Becky
    28 febbraio 2013 at 9:14 (5 anni ago)

    Infatti è già giovedi 🙂 Bacini stella dolce

    Rispondi
  6. Miss Becky
    28 febbraio 2013 at 9:14 (5 anni ago)

    Vero Giulia 🙂 a certi tipi di torta alla mele da quel tocco in più.

    Rispondi
  7. SELENDIR
    28 febbraio 2013 at 9:28 (5 anni ago)

    Tesorilla diventi ogni giorno più brava, sia come chef sia come fotografa….e poi sai come toccare le corde cuore. Mia dolce melina (rigorosamente Golden :))la torta è splendida e posso solo immaginare il sapore. Ma sai cosa mi piace veramente di questa ricetta? mi fa sentire “a casa”, mi fa sentire bene, mi fa tornare bambina quando andavo al mare da un mio vecchio zio che abitava in collina sopra Lavagna, tra ulivi e maggiorana, timo e vigneti, basilico e funghi. E dalla finestra della mia camera tutti questi odori salivano al mio letto che già sapeva di mare.

    Rispondi
  8. Euphorbia
    28 febbraio 2013 at 19:09 (5 anni ago)

    Allora, che dire…le foto sono bellissime come sempre, il profumo dello sciroppo si sente fino a qui, voglia di mare, sole e provenza sempre e troppa! Amo le mele, crude, cotte, zuccherate, speziate…ma Cracco simpatico? No, non ce la posso fare… :/
    Grazie per le ricette (anche se sono un pasticcio, più che un pasticcere) e grazie per questi bellissimi aggiornamenti…

    Elena

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *