Brigadeiro al cocco – intermezzi poco dietetici

Con l’estate alle porte, la bilancia che urla pietà sotto il mio peso, mi ero promessa un paio di settimane fa di fare la brava e mettermi a ‘dieta’. Tra virgolette, perchè qui al cottage questa parola fa sempre venire un pò i brividi. Eh sì, perchè non è che passiamo tutto questo tempo con le gambe sotto il tavolo, a dire il vero solo una volta al giorno, 7 giorni a settimana…perchè il resto della giornata è fatto di corse dietro alla mia duenne spensierata, fatto di corse tra lavoro e casa. Perciò, un pò per il blog, un pò per abitudine, i nostri regimi alimentari sono già piuttosto controllati, ricchi di frutta e verdura (pare che sto parlando della famiglia di Peppa Pig o del reparto post operatorio del San Raffaele 😀 ).

E con sta benedetta ‘dieta’ ero riuscita a calare ben 4 kg in una setimana, salvo poi avere dei cali emotivi, di quelli che non puoi fare a meno di voler mangiare qualcosa di dolce anche se tu sei più da salato, di quelli che se una cosa fa terribilmente male alla dieta, tu la vuoi di più…ed è così che sono inciampata nel desiderio di brigadeiro.

Da prima, volevo fare la brigadeiro cake, poi ho deciso di limitare il danno e fare solo questi piccoli, deliziosi dolcettini che sono l’antidieta per eccellenza. (ma la brigadeiro cake vi pioverà lo stesso tra arcata superiore ed inferiore ugualmente uno di ‘sti giorni!!!! e non è una promessa…E’ UNA MINACCIA!)
Visto che la settimana sta volgendo al termine, che per qualcuno i capelli saranno dritti sul capo come avesse preso la scossa, che lo stress accumulato vi renderà impossibili perfino a voi stessi, concedetevi uno di questi petit bonbon, segno distintivo del Brasile in fatto di party per infanti.

Ingredienti:
  • 300g di latte condensato
  • 20g di cacao Valrhona
  • 2 cucchiai di burro + 1 per imburrare le mani
  • cocco essicato grattugiato
Preparazione:
In una casseruola mettere il latte condensato con i 2 cucchiai di burro e il cacao. Far cuocere a fuoco lento per circa 10 min. mescolando sempre. Sarà pronto quando il composto si staccherà dalle pareti. Versate in una ciotola e lasciate raffreddare.
Con un cucchiaino prelevare del composto e lavorarlo a pallina tra le mani leggermente imburrate. Passate ogni piccolo bonbon nella farina di cocco e mettete nei pirottini.
Potete conservarli in frigorifero per una settimana.

(Visited 77 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someonePrint this page

15 Comments on Brigadeiro al cocco – intermezzi poco dietetici

  1. Simo
    31 maggio 2013 at 8:19 (5 anni ago)

    come resistere a dei dolcetti così???!
    IO ci provo con la dieta…ma poi ci ricasco sempre, mannaggia a me, non riesco a perdere peso…

    Rispondi
  2. Rebecca
    31 maggio 2013 at 9:56 (5 anni ago)

    Misteriosa questa alchimia di binari che si intersecano : si saltabecca di link in link, se ne perde il filo ma si finisce con lo scoprire affinita' e similitudini. Questa e' la rete che piu' mi garba.
    In the meantime, mi metto comoda, prendo nemmeno troppo timidamentequanto piuttosto avidamente un coccodolcetto e comincio a leggere. Mi metto comoda.

    Rispondi
  3. cucinaincontroluce
    31 maggio 2013 at 10:30 (5 anni ago)

    Ma sono meravigliosi questi dolcetti…. anche esteticamente!!!! Bravissima!!!!

    Rispondi
  4. Messapico
    31 maggio 2013 at 10:40 (5 anni ago)

    Morbida scioglievolezza … BBONI TANTO! 🙂

    Rispondi
  5. SELENDIR
    31 maggio 2013 at 11:09 (5 anni ago)

    Dieta???????? Cos'è???? Il mio vocabolario non contempla nemmeno questa parola orrorifica!!! Ma dove hai pescato questi dolcetti??? Sono di una semplicità disarmante ma devo essere…succulentemente peccaminosi. Insomma, da fare assolutamente. Chissà la cake!!!! Aspetto tesorilla m ia, aspetto anche quella….chiarisco: aspetto proprio fisicamente una fetta, chiaro? 🙂

    Rispondi
  6. Miss Becky
    31 maggio 2013 at 11:48 (5 anni ago)

    Dieta, una moda estiva che passa subito 😀

    Rispondi
  7. Miss Becky
    31 maggio 2013 at 11:52 (5 anni ago)

    Da Rebecca a Rebecca…Come mi piaciono questi (in)scontri. 🙂 Corro a leggere TUTTO…perchè dopo il tuo About e le foto che ho scorto sono già golosa… 😛
    P.s.- Come darti torto, questa rete mi piace un sacco…qusti binari invisibili che s'incrociano.

    Rispondi
  8. Miss Becky
    31 maggio 2013 at 11:55 (5 anni ago)

    Dobbiamo vederci Seluccia….con o senza cake.

    Rispondi
  9. SELENDIR
    31 maggio 2013 at 12:50 (5 anni ago)

    Tesorilla questa te la devo dire anche se c'entra poco. la mia Principessa che non sa cucinare un uovo alla coque si è cimentata nella sua prima torta (primo complimese col fidanzato), la tua sponge cake di base farcita al cioccolato. Avrei dovuto filmarla…ahahahahahahahhahah…un bambino di 5 anni avrebbe sporcato meno e usato meno atrezzatura….comunque la sponge è venuta benissimo. Grazie amica mia.

    Rispondi
  10. Miss Becky
    31 maggio 2013 at 19:42 (5 anni ago)

    L'avrei voluta proprio vedere la dolce Epona a cavallo dei mestoli e dei cucchiai, tra 100 scodelle…e non volermene, ma quella è la follia creativa, perchè confesso che pure io per un semplice piatto di pasta sporco minimo due padelle e tre pentole, più altritanti mestoli. Sicchè, pare proprio che la tua petit chef prometta davvero, ma davvero bene 😀

    Rispondi
  11. Anonimo
    31 maggio 2013 at 21:10 (5 anni ago)

    A prima vista sembravano i miei dolcetti al cocco 🙂 in quelli che faccio non c'è latte, ma taaanta marmellata di castagne, cacao, cocco e uova per legare!
    Buona variante ;))
    Danina

    Rispondi
  12. Dolcemeringa Ombretta
    3 giugno 2013 at 21:05 (5 anni ago)

    Nooo niente dieta per favore !!!! Poi già fai movimento correndo dietro alla tua duenne;)
    Dolcetti stragolosi e secondo me fanno peggio della torta perché penso siano come le ciliegie uno tira l altro!!!
    Un bacio carissima

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *