Skopelos cheese pie e desiderio Egeo

skopelos cheese pie rebeca sendroiu photography

Non credo ci siano moltissimi luoghi lungo il Mediterraneo dove la mia anima non potrebbe trovar rifugio, porto sicuro. La Grecia, in tutta la sua splendida interezza, credo sia uno dei luoghi dove l’anima troverebbe di certo ristoro inestinguibile. Sulle sue alture terrazzate, a scrutare l’Egeo, mentre Zefiro gioca con i capelli sciolti, tra i rami e i torti e nodosi tronchi degli ulivi, al danzar di flessuosi rami di bouganville fiorita.

L’arte, la cultura, la magia della Natura quale massima espressione di quanto di bello c’è sulla faccia della Terra, la musica, le persone, lo stile di vita, la felicità e l’aria che ivi si respira ed infine, non meno importante, la cucina. Perchè come accade per tutte le cucine del Mediterraneo le varie influenze e contaminazioni si percepiscono in ogni singolo piatto.
Skopelos, una splendida isola che insieme a Skiathos e Alonnisos fa parte dell’Arcipelago delle Sporadi. Le sue acque così limpide e pure, le spiagge sassose, con le dovute eccezioni di bianchissime mezzelune di sabbia, i pochi abitanti, la tranquillità ed una delle sue più grandi specialità, la tyropita arrotolata, ne fanno una meta di viaggio preziosa.
La torta di pasta phillo ripiena di feta, arrotolata come un salsicciotto, ed in seguito su se stessa formando una spirale, simbolo di infnito, molto simile alla deliziosa tyropita che nel nord della Grecia viene chiamata striftí tirópita letteralmente tyropita arrotolata, è una delizia. L’originale viene fritta in abbondante olio, ma io per non smentirmi, ho acceso il forno e l’ho cotta così…semplicemente innondata da una generosa colata di burro.
Trafficare con la pasta phillo con questo caldo non è stata impresa facile. Se non si tiene umida, ungendola con burro, una volta finito di arrotolarla quando si dovrà piegarla a spirale rischierà di rompersi.
Nella lavorazione vi consiglio caldamente di tenerla sempre coperta con un canovaccio umido.
Ma senza indugiar ancora, vi lascio la musica divenuto simbolo della Grecia, la ricetta e qualche sogno da spingere oltre, a pelo d’acqua, lungo il meraviglioso Egeo.

skopelos cheese pie rebeca sendroiu photography

Ingredienti:

  • 10 o 14 fogli di pasta fillo
  • 250g di feta greca
  • 150g di ricotta di capra
  • 150g di parmigiano
  • 2 uova intere
  • semi di cumino tostati
  • pepe nero in polvere
  • 3 cucchiai di zucchero a velo
  • burro q.b. 
  • utensile necessario: una teglia da pizza del diametro di 32cm

Preparazione:

In una ciotola sbricciolate finemente la feta greca e unitevi la ricotta, il parmiggiano, le uova, il cumino e il pepe nero. Lavorate con un cucchiaio fino ad avere una crema morbida. Più è fine la grana della feta, meno rischia di rompersi la pasta fillo.
Stendete su un piano da lavoro lungo (ricoperto da canovacci umidi e carta forno) i fogli di pasta fillo doppi per il loro lato più lungo, sovrapponendo man mano le stremità fino ad avere una sfoglia lunga, unica. Spenellate con abbondante burro e ponete il ripieno lungo tutta l’estremità superiore. Cominciate ad arrotolare piano stando attente a non rompere la pasta. Quando avrete ottenuto un lungo salsicciotto, su una teglia da pizza ben imburrata, cominciate da una delle estremità ad arrotolare la pasta formando una spirale direttamente nella teglia, in modo da non dover poi sollevare l’intera spirale rischiando di romperla.
Spenellate con altro burro tutta la superficie della spirale e fatte cuocere nel forno preriscaldato a 170° per circa 35/40min.
Togliete dal forno, lasciate intiepidire e spolverate con lo zucchero a velo.
Vi lascio anche un video che ho trovato in rete che potrebbe farvi comprendere come arrotolare la pasta. Non è esattamente il lavoro che ho fatto io, ma si avvicina molto.

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=_0CguKeBE04%5D

(Visited 284 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

8 Comments on Skopelos cheese pie e desiderio Egeo

  1. Simo
    30 luglio 2013 at 17:07 (4 anni ago)

    anche io mi sono innamorata della Grecia, e ci tornerei subito…ottima questa tua Cheese Pie, assolutamente irresistibile!

    Rispondi
  2. Ely
    30 luglio 2013 at 17:49 (4 anni ago)

    Sogno leggendo di questa meravigliosa ricetta.. assaporo ogni immagine che evochi, con la leggerezza del vento e il blu del mare; con la bellezza di quei luoghi, che visito solo con gli occhi del cuore.. ma che fanno danzare tra le nuvole… sei straordinaria e ti auguro di realizzare il tuo sogno, tesoro mio. Sono proprio incantata. TVTTTB

    Rispondi
  3. paneamoreceliachia
    30 luglio 2013 at 23:32 (4 anni ago)

    Sogno leggendo le tue parole, che meraviglia e quaranta voglia ddi partire!!! Alice

    Rispondi
  4. Anonimo
    31 luglio 2013 at 0:33 (4 anni ago)

    La magia delle parele si ripete ogni volta. E l'acquolina fa gotgoglisre il pancino (fabiola)

    Rispondi
  5. cucinaincontroluce
    31 luglio 2013 at 8:37 (4 anni ago)

    Splendida ricetta… ancor più perchè condivido le tue parole su un paese e un popolo che ho amato a pelle già cinque minuti dopo lo sbarco… prendo nota e provo, nonostante la difficoltà nel reperire la pasta fillo, perchè i sapori della Grecia albergano ancora nel mio cuore…
    Ciao, Tatiana

    Rispondi
  6. Paola
    31 luglio 2013 at 8:41 (4 anni ago)

    La Grecia è un mio sogno. Prima o poi ci andrò. Intanto sogno con le tue parole e con questo splendido pie. Mi segno la ricetta per provarla 🙂

    Rispondi
  7. Vaty ♪
    31 luglio 2013 at 16:41 (4 anni ago)

    amo la grecia, mia cara. è da 2 anni che mi ci dedico quasi interamente, l'anno scorso nella penisola della calcidia, a maggio a creta e proprio tra pochi giorni faremo quasi un tour e finalmente vedrò l'Atene che tanto desideravo!
    in teoria, leggendo questo post, grazie a te, sembrava già di essere teletrasportati in frescia e anche queso cheese pie deve essere delizioso, come te. un abbraccio tesoro <3

    Rispondi
  8. Anonimo
    19 agosto 2013 at 15:42 (4 anni ago)

    Un sogno! La Grecia lo è anche per me… fra le mie mete privilegiate, uno di quei luoghi dell'anima che sento e che non ho scelto… perché sì, ne sono stata attratta fin da piccola, quando mio papà mi leggeva storie mitologiche e quando, fra i banchi di scuola, venni a sapere che la dea Venere nasce su quelle bianche sponde…

    Reb… sai che però non trovo la pasta fillo?! uffa… dove posso cercarla? la prendi all'Esselunga?

    Bacino,
    Danina

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *