Berries double-crust pie

L’attesa della primavera si sta facendo un’ardua impresa. Il grigiore della campagna non allenta la sua presa ed ovunque io cerchi l’ispirazione, c’è sempre qualche ostacolo. Una cosa importante chiamata Luce!

Fare fotografie con la luce naturale sembra divenuto impossibile.
Perfino oggi, che ho voluto esaudire i desideri irrefrenabili di certi golosi che abitano il Cottage, la mancanza di luce diurna adeguata si è fatta sentire.
Ieri, mentre facevo la spesa, mi sono lasciata prendere dagli acquisti compulsivi. Con l’idea di molte ricette da proporre qui, ho svuotato (con somma gioia per l’Esselunga) gli scaffali del supermercato.
Nel cesto della spesa sono finiti anche deliziosi lamponi, fragole e more. Non è decisamente stagione per lamponi e more, ma certe voglie non conoscono la stagionalità.
Mi ero messa in mente di preparare una crostata chiusa, come quelle classiche americane e non sarei mai riuscita ad attendere l’estate.
Cosi ieri sera ho preparato la frolla, l’ho lasciata riposare in frigo tutta la notte e oggi mi sono messa all’opera.
Non avevo una ricetta sotto mano e avevo una gran voglia di sperimentare.
Così un guscio croccante e apparentemente anonimo, come queste giornate, trattiene un cuore seducente, colorato e primaverile.
Ingredienti per la frolla “lievitata”:
  • 300g di farina 00 + 100g di farina integrale
  • 150g di zucchero a velo (+ il necessario per decorare la torta)
  • 180g di burro
  • 3 torli
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 bustina di lievito
  • 9 gocce estratto di vaniglia

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 250ml di latte
  • 2 tuorli
  • 75g di zucchero
  • 15g di maizena
  • 5 gocce estratto di vaniglia

Per il ripieno:

  • 250g di frutti di bosco misti (io fragole Candonga, lamponi e more, l’ideale è che abbiate anche mirtilli)
  •  3 cucchiai di zucchero di canna grezzo

Preparazione:

1. Mettete nella planetaria le farine, il sale e lo zucchero a velo e lavorate piano con il gancio K. Unite il burro morbido tagliato a cubetti e lavorate velocemente. Unite i tuorli e la vaniglia e lasciate lavorare la planetaria velocement per poco meno di 1 min. Finite di impastare a mano e quando avrete un composto liscio, coprite con la pallicola e lasciate riposare in frigo per almeno 1 ora (io tutta la notte).

2. Lavorate i tuorli con lo zucchero fin quando non saranno spumosi. Unite la maizena e lavorate ancora con le fruste. Unite il latte e la vaniglia e dopo aver mescolato, versate in una casseruola. Portate a bollore a fuoco lento, mescolando sempre con la frusta.
Lasciate intiepidire.

3. Togliere la frolla dal frigo dividerla in due parti. 1/3 per la copertura e i restanti 3/4 per  il fondo. Stendere con delicatezza (poichè è una frolla che si rompe facilmente) in una tortiera per crostate alta. Mettete sul fondo la crema pasticcera e aggiungete la frutta tagliata a pezzi e condita con lo zucchero di canna.
Coprite con l’altra frolla tirata. Fate dei fori perchè il vapore che si forma all’interno possa fuori uscire e infornate per 40_45min circa nel forno preriscaldato a 175°C.
Lasciate raffredare e spolverare con zucchero a velo.

Note: io, per esigenze di ‘copione’, ho fatto la crema pasticcera molto liquida, perchè volevo fare la ‘colata’ sui frutti. Ma il ripieno, cosi facendo, viene molto liquido, buono, ma liquido. Faccio notare che nonostante rimanga liquido, non compromette la cottura della frolla che risulta comunque perfetta sia sopra che sotto.
Per un risultato perfetto, una volta tagliato, usate le dosi della crema pasticcera cosi come le ho riportate sopra. Quando taglierete la torta, vi sarà più facile porzionarla.

 

(Visited 74 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someonePrint this page

13 Comments on Berries double-crust pie

  1. Francesca P.
    17 febbraio 2014 at 1:01 (4 anni ago)

    Se non mi avessi parlato di “non luce”, vedendo queste foto avrei pensato che la bella stagione fosse arrivata anche nel tuo regno… sei stata bravissima, ancora di più, dunque, a catturarla! E un po' l'hai messa anche nel ripieno, nel punto preciso dove batte quella stella disegnata, che pulsa…

    Rispondi
  2. Dolci a gogo
    17 febbraio 2014 at 8:40 (4 anni ago)

    É splendida questa berry rust pie cosi profumata e colorata che ricorda davvero la primavera e cara visto che sono qui vorrei invitarti al mio contest” I dolci del cuore” sarebbe un vero piacere se tu partecipassi. Trovi tutti i dettagli nel mio blog,baci
    Imma

    Rispondi
  3. SELENDIR
    17 febbraio 2014 at 9:01 (4 anni ago)

    Vorresti anche dei commenti????? Questa è la classica torta “Nonna Papera”, sai quella che lei mette sul balcone e i nipotini se la scippano??? 🙂 Io farei lo stesso. Soprattutto considerando il riepieno. Brava, mia cara, proprio brava: semplice ma estremamente godereccia.

    Rispondi
  4. cucinaincontroluce
    17 febbraio 2014 at 11:05 (4 anni ago)

    Amo tutte le torte “crostatose”, sanno di infanzia e di semplicità, e la tua non è da meno! Una botta di luce con questa frutta di bosco, un po' fuori stagione ma che fa bene allo spirito… cucinare e anche sognare, no?
    Un abbraccio,
    Tatiana

    Rispondi
  5. Miss Becky
    17 febbraio 2014 at 12:48 (4 anni ago)

    Grazie Franci. Io attendo fiduciosa qualche spicchio di sole!!! 🙂

    Rispondi
  6. Miss Becky
    17 febbraio 2014 at 12:50 (4 anni ago)

    Grazie di essere passata Imma. Si, lo avevo già visto il tuo contest e meditavo di partecipare con qualcosa di speciale. Magari se non riesco a produrre nulla di più carino in questi giorni, partecipo proprio con questa. Vediamo 😉
    Un abbraccione

    Rispondi
  7. Miss Becky
    17 febbraio 2014 at 12:52 (4 anni ago)

    Si si…proprio da Nonna Papera!!! 😀 Ti consiglio di farla Sele, fosse pure solo con ripieno di mele e cannella!!!
    Grazie di sostenermi, sempre e comunque!!!

    Rispondi
  8. Miss Becky
    17 febbraio 2014 at 12:54 (4 anni ago)

    Grazie Tatiana. Io avevo bisogno di qualcosa di 'primaverile'. C'è bisogno di sole qui…visto che ormai ho le branchie e tra poco ci spostiamo con le barche. E vista la latitanza della neve, qui, ufficilmente posso dire: VOGLIO LA PRIMAVERAAAA!!!! 😀

    Rispondi
  9. Simona (Bianca vaniglia Rossa cannella)
    17 febbraio 2014 at 15:47 (4 anni ago)

    Qui le giornate sono calde ma temo durerà solo per pochi giorni… capisco la tua voglia irrefrenabile davanti i frutti di bosco, anche io li adoro… e poi quale miglior modo per aspettare la primavera che circondarsi del profumo di lamponi, more e fragole!? Direi sperimento riuscito è davvero bella (sono sicura anche buonissima) da provare. Buon inizio di settimana :*

    Rispondi
  10. Luna Bianca
    17 febbraio 2014 at 17:37 (4 anni ago)

    Gnam gnam appena respirerò un po proverò tutto ^^

    Rispondi
  11. Emanuela Martinelli
    21 febbraio 2014 at 13:47 (4 anni ago)

    Ma che crostata succulenta, apri un guscio un pò coriaceo e ti ritrovi dentro una morbidissima crema con un profumo e un sapore meravigliosi! Un saluto, MAnu

    Rispondi
  12. vica
    24 febbraio 2014 at 0:04 (4 anni ago)

    peccato che da queste parti non si trovano lamponi… sarà la paga per tutte le altre bontà che possiede la Sicilia.. Peccato davvero perché i adoro ♥
    Bellissima torta tesorina!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *