Flatbread with gorgonzola and roasted broccoli

I giorni di grigiore assoluto si susseguono e l’ansia e la depressione assalgono il mio umore meteopatico. Tanto da svegliarmi stamattina, guardare fuori ed essere certa che fossero ancora le 6 del mattino. Invece no, erano già le 8.30. Il mio brio mattutino è finito in fondo ai piedi e mi sono chiesta: ma i britannici, come fanno? Voglio dire. Sì, ci sono nati e ci sono abituati. Ma come fanno tutti i giorni? Io non potrei viverci. E questo tempo mi fa davvero sembrare di essere in quelle lande, anche se a tutti gli effetti sono su suolo italico.
A me la pioggia piace. Sono fan dell’autunno, del freddo, della pioggia e delle nebbioline. Sì sì!! Per un mese, due al massimo. Ma qui è iniziato ad ottobre e febbraio sta quasi finendo.
Mi verrebbe da chiedermi, come l’alieno nel programma di Bonolis: ma quando finisce?!!!
Perchè no, stamattina per me era impensabile uscire dal letto con una simile giornata. Ma Santo Pinterest mi salva sempre.

Perchè nel tepore delle coperte, con una tazza di cappuccino, inizi a pensare alla primavera. Ai fiori, al verde, al tepore dolcissimo che ti solletica la pelle sotto il golfino, a quel biricchino di un Zefiro che solleva con un soffio l’ampia gonna. Inizi a pensare ai plaid, alle ceste, alle biciclette e alle radure e boschi da conquistare con un bel pic nic.

Ma poi senti lo scroscio dell’acqua sul tetto e il sogno s’interrompe. Salvo mettersi a lavorare sulle foto scattate ieri, classico esempio di spizzico da picnic.
Il mio flatbread ha una storia.
Una storia che nasce ai tempi in cui facevo rievocazione storica. E quando fai rievocazione storica, ed in accampamento cerchi con ogni sforzo di ricreare le atmosfere celtiche, comprendi che ci sono cose che a quei tempi proprio non esistevano ancora
Cosi escludi le peperonate, gli stufati di patate, le insalate di pomodoro e altre verdurine deliziose.
E arrivi a comprendere che la tua voglia di accompagnare salame e formaggio con una bella fetta di pane toscano o pugliese, non è affatto storico!
C’era il pane, eccome. I cereali, quelli più rustici, il cui uso risaliva alle culture di La Tene e Hallstatt venivano impiegati per realizzare un semplice pane piatto. Acqua, farina e una pietra rovente dove cuocere questo pane semplice, al massimo fermentato all’aria, ma non lievitato.
Ebbene, questo mio flatbread è l’eredità degli accampamenti storici. Pratico, rapido nella preparazione e per i moderni tempi, facile da cuocere. Perchè basta una padella!
Ingredienti per 6 porzioni farcite:
  • 170g di farina 00
  • 7 cucchiai di olio EVO
  • 6-7 cucchiai di acqua circa (dipende dalla vostra farina)
  • 1 rametto di timo
  • sale q.b.

Per il ripieno:

  • 50g di ricotta freschissima
  • 100g di gorgonzola dolce
  • 70g di broccoli scottati in acqua bollente
  • 5 pomodorini datterini
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • 1 spicchio di aglio

Preparazione:
1. In una ciotola mescolate la farina con l’olio, l’acqua, il sale e il timo fresco.Lavorate fino ad ottenere un composto omogeneo, liscio che si stacca con facilità dalle vostre dita. Coprite la ciotola con un canovaccio e lasciate riposare per un’oretta.
2. Passato il tempo necessario, infarinate il piano di lavoro e stendete l’impasto con il matarello. Create un grande rettangolo dal quale taglierete con l’ausilio di un taglia pizza, 12 fazzoletti rettangolari.
3. Cuocete ogni rettangolino su entrambi i lati in una padella antiaderente. L’impasto si gonfierà leggermente, tenetelo schiacciato con una pallettina o una schiumarola.
4. In una padella mettete il cucchiaio d’olio d’oliva, lo spicchio d’aglio, i pomodorini e i broccoli. Rosolate per bene, togliete l’aglio e schiacciate con una forchettina. Lasciate intiepidire e aggiungete la ricotta.
Su ogni rettangolino spalmate un pò di gorgonzola. Farcite con il composto di ricotta e broccoli e passate nel forno per pochi minuti a 180°C.

 

(Visited 78 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

18 Comments on Flatbread with gorgonzola and roasted broccoli

  1. Valeria Della Fina
    19 febbraio 2014 at 21:24 (4 anni ago)

    Lo so, il tempo è un grosso problema per vivere in Inghilterra! Ci ho passato un'estate e devo dire che lì il tempo era piacevole, frescolino ma piacevole, però d'inverno è proprio un'altra cosa…Comunque il tuo piatto mi piace molto, adoro il gorgonzola 🙂

    Rispondi
  2. Ely Valsecchi
    19 febbraio 2014 at 22:22 (4 anni ago)

    Oh non parlare più di pioggia io sono ammuffita dalla punta dei piedi ai capelli….
    Splendido questo flatbread, non ho mai fatto rievocazione storica ma mi sembra perfetto per i campi scout 🙂 Un bacione!

    Rispondi
  3. maia
    20 febbraio 2014 at 13:11 (4 anni ago)

    guarda che anche qui in Italia il meteo non é cosi'entusiasmante, almeno dalle mie parti!

    bellissima idea questo flatbread

    Rispondi
  4. cucinaincontroluce
    20 febbraio 2014 at 14:19 (4 anni ago)

    Becky, questa è buonissima!!! sai che con una cosa di questo genere potrei risolvere una cena soddisfando i miei ometti che sono sempre tanto esigenti e ai quali io mi rifiuto di concedere sempre la carne al pasto serale? La metto in nota per questo fine settimana (la farei anche oggi ma mi manca qualche ingrediente)!
    Ciao, Tatiana

    Rispondi
  5. Miss Becky
    20 febbraio 2014 at 16:06 (4 anni ago)

    Allora siamo in due….anche a me il gorgonzola piace moltissimo. 🙂

    Rispondi
  6. Miss Becky
    20 febbraio 2014 at 16:08 (4 anni ago)

    Si presta divinamente Ely…da picnic a campi scout a rievocazione, ad incursioni notturne in cucina con il baratolo della Nutella accanto 😀

    Rispondi
  7. Miss Becky
    20 febbraio 2014 at 16:14 (4 anni ago)

    Si infatti 🙂 il mio era un paragone con i climi britannici. Ormai ho le alghe intorno a casa…
    E' un'idea piuttosto veloce…

    Rispondi
  8. Miss Becky
    20 febbraio 2014 at 16:16 (4 anni ago)

    Tati, ma guarda che si presta benissime con tutto quello che hai in frigo. Fossero pure melanzane, peperoni, radicchio, cavolo e un formaggio che si abbini bene. Hai presente le buonissime torte svuota frigo? Beh, questa 'piadina' è un pò cosi…ci sta bene un pò di tutto 😉 (anche la nutella ….ssshhhhhh 😀 )

    Rispondi
  9. Mila
    20 febbraio 2014 at 16:24 (4 anni ago)

    Ciao! Ho appena trovato il tuo blog e mi sono iscritta… Ti aspetto sul mio! 😉
    Fantastica ricetta!

    Rispondi
  10. Simo
    20 febbraio 2014 at 16:55 (4 anni ago)

    come ti capisco, io non ne posso assolutamente più….sto iniziando a far la muffa!
    Buon pomeriggio…qua è spuntato un sole pallidino…con un pò di questo pane farcito sarei sicuramente al settimo cielo, ma pazienza…mi lustro gli occhi guardandolo sul monitor!

    Rispondi
  11. Claudia
    20 febbraio 2014 at 19:12 (4 anni ago)

    Mmm che fame mi hai fatto venire! Una ricetta proprio da provare! …e per la cronaca, neanche io sopporto più questa pioggia!!

    Rispondi
  12. vica
    23 febbraio 2014 at 23:55 (3 anni ago)

    Tesorina così è… d'inverno sogni la primavera e d'estate l'autunno.. Questa versione è più adatta a te, perché io non vedo l'ora che arrivi l'estate!!!! Avendo il mare a 500 metri da casa – l'estate è il periodo del mio cuore (dopo la primavera, perché l'amavo ancora da prima).. ♥
    Che dire del tuo flatbread… è delizioso! Costruito proprio come nel titolo, con i suoi meravigliosi strati e crosticine, fanno venire l'acquolina insieme al ripieno!
    Un bacio grande e continua a regalarci ricettine nuove! E non pensare alla pioggia, il sole è alle porte 😉

    Rispondi
  13. EdenStyle - ricette, dolci e cake design
    27 febbraio 2014 at 18:23 (3 anni ago)

    Che meraviglia di ricetta! E poi mi piace il fatto che il pane si cuocia in padella e non nel forno.
    Anche io sono meteoropatica e il mio umore è spesso e volentieri dettato dalla presenza o meno del sole. Non disdegno la magia della nebbia, basta che non sia per troppo tempo!

    Rispondi
  14. e il basilico
    2 marzo 2014 at 20:03 (3 anni ago)

    Dai porta pazienza che tra poco è primavera. Sei sempre al top con le tue ricette e le tue foto.favolosa! Baci

    Rispondi
  15. Ros Mj
    7 marzo 2014 at 10:43 (3 anni ago)

    Manca poco alla primavera, cara! Questa ricetta mi piace molto perché amo i broccoli e il gorgonzola….wow che accoppiata vincente!!! Un bacione

    Rispondi
  16. Ros Mj
    7 marzo 2014 at 10:43 (3 anni ago)

    Manca poco alla primavera, cara! Questa ricetta mi piace molto perché amo i broccoli e il gorgonzola….wow che accoppiata vincente!!! Un bacione

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *