Rustic apple tart with Cranberry jam

rustic apple tart with cranberry jam photo rebeca sendroiu

“I will stop loving you, when an apple fruit grows on a mango tree, on the 30th day of February.

“I will stop loving you, when an apple fruit grows on a mango tree, on the 30th day of February.

Read more at http://lovequotesplus.com/picture-quotes/sweet/i-will-stop-loving-you-when-an-apple-fruit-grows-on-a-mango-tree/#d8y5VcyKWpHGWIaT.99
“I will stop loving you, when an apple fruit grows on a mango tree, on the 30th day of February.

Read more at http://lovequotesplus.com/picture-quotes/sweet/i-will-stop-loving-you-when-an-apple-fruit-grows-on-a-mango-tree/#d8y5VcyKWpHGWIaT.99

“I will stop loving you when an apple grows from a mango tree on the 30th of February.”

 Ali Brustofski and Daniel de Bourg – Say something 

Sole. Tanto sole. E oggi sono come una pietra che incamera calore per poter irradiare dopo, come un pezzetto di brace. Mi sento leggera dentro, tanto da credere di essere fatta della stessa sostanza di cui sono fatte le nuvole.
Via il grigiore oprimente, via il cielo cupo che mi ha tormentata e disturbata tanto nell’ultimo mese. Un pò di leggerezza mentre libero i miei sensi e rimango in ascolto di quel meraviglioso fermento che c’è in ogni singola gemma che pulsa di vita.
Mentre fotografo i rami spogli, sento e vedo luce soffusa intorno ad ogni gemma. E’ bello immaginare come le piccole foglie incamerino calore come me, è bello immaginarle mentre piano si muovono e cercano la forza, finchè ne avranno sufficente per spingersi fuori, oltre quel tenero guscio che le ha cullate, protette, per tutto l’inverno.
Mi piace immaginarle così, forse perchè anche io mi sento nello stesso modo. Un piccolo bozzolino che si culla nel calore dei raggi oggi. Che ne attende molti altri, quanti bastano finchè non sarà arrivato il momento di rompere la membrana e liberarsi nel dolce ed inebriante tepore della Primavera.
Probabilmente ci vorrà ancora un pochino ed è forse per questo che cerco ancora conforto in tortine come quella che vi propongo oggi…
Rustica, semplice ma di sicuro successo perchè davvero buona.

rustic apple tart with cranberry jam photo rebeca sendroiu

Ingredienti per la frolla alle nocciole (per una tortiera 20cm Ø) :

  • 200g di farina 00
  • 150g di farina di nocciole
  • 180g di burro
  • 150g di zucchero a velo
  • 3 tuorli
  • 1/2 bustina di lievito
  • 1 bizzico di sale
  • 5gocce di estratto scuro di vaniglia

Per il ripieno:

  • 3 delle vostre mele preferite (io Ambrosia)
  • 200g di confettura di mirtilli rossi (io ho usato quella dell’IKEA, niente male devo dire)
  • 100g di nocciole tostate e trittate
  • 5 cucchiai di zucchero di canna grezzo

Per la copertura: zucchero di canna

    1. Mescolate le due farine con lo zucchero a velo, il sale e il lievito, aggiungete il burro e amalgamate con le dita finchè non avrete un composto farinoso a grana grossa. Aggiungete un tuorlo alla volta e lavorate velocemente. Quando tutti gli ingredienti si saranno amalgamati per bene e l’impasto si staccherà dalle dita con facilità, avvolgetelo nella pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno un’ora.
    2. Sbucciate le mele, eliminate il torsolo e affettate sottilmente. Io volevo fettine sottilissime, lamelle, così ho utilizzato una semplice affettatrice per frutta e verdura.
    Aggiungete lo zucchero di canna e mescolate.
    3. Dividete l’impasto in modo da avere la base e la copertura. Mettete in una teglia per crostate alta (6cm circa) un disco di frolla e alternate gli stratti  in questo modo: mettete metà delle mele, la confettura, le nocciole, l’altra metà delle mele e coprite con l’altro disco di frolla.
    Io il disco superiore di frolla l’ho buccherellato usando dei taglia biscotti a forma di fiorellino. Qualunque cosa decidiate di usare, ricordate di fare dei fori sulla pasta in modo che l’umidità che si sviluppa durante la cottura possa uscire liberamente.
    4. Cospargete di zucchero di canna la superficie della frolla e fate cuocere nel forno preriscaldato a 175°C per circa 40-45min.

    Note: Potete servire con un cucchiaio di gelato alla vaniglia, fioridilatte oppure con del lemon curd, o ancora della crema pasticcera.

    rustic apple tart with cranberry jam photo rebeca sendroiu

    (Visited 36 times, 1 visits today)

    Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

    11 Comments on Rustic apple tart with Cranberry jam

    1. Mirtilla
      5 marzo 2014 at 21:14 (4 anni ago)

      questa la provo,ho tutto in casa!!!
      poi ti do un bel feedbeck 🙂

      Rispondi
    2. Francesca P.
      5 marzo 2014 at 21:17 (4 anni ago)

      E' bello sentirti leggera e immaginarti come una gemma pronta a (rin)nascere… la primavera ha questo di meraviglioso, è come un risveglio di anima, spirito, sensi e umori… il sole che aspetto deve essere ancora più caldo, ma so che è vicino… i rami si stanno coprendo di piccoli fiori rosa, li vedo crescere, aumentano… e sorrido, perchè anche quest'altro inverno lo abbiamo vinto, a suon di spezie, bevande calde e dolci rassicuranti…
      Il tuo mi piace già solo dal nome, quel “rustico” fa capire la bontà genuina che non ha bisogno di orpelli o aggiunte, è già tutto lì ciò che serve…

      Rispondi
    3. Miss Becky
      5 marzo 2014 at 21:49 (4 anni ago)

      Spero ti piaccia…qui in casa è stata molto, molto apprezzata!
      Poi fammi sapere 😉

      Rispondi
    4. Miss Becky
      5 marzo 2014 at 21:52 (4 anni ago)

      Avevo bisogno del sole…ne avevo davvero bisogno. Questa tortina, per me che faccio dolci ma non ne mangio, l'ho gustata con molto molto piacere.

      Rispondi
    5. Valeria Della Fina
      5 marzo 2014 at 23:34 (4 anni ago)

      Adoro queste “torte rustiche”, di solito hanno un gusto deciso e delizioso, perfette per fare colazione con un bel caffè latte 🙂
      Un bacio 🙂

      Rispondi
    6. Miss Becky
      6 marzo 2014 at 0:01 (4 anni ago)

      Questa tutto sommato è anche semplice da fare… 😉

      Rispondi
    7. Sugar
      6 marzo 2014 at 0:14 (4 anni ago)

      Sì, il sole fa stare bene. Per fortuna anche da me oggi c'è stato tanto sole e finalmente, dopo tanto ho lasciato l'ombrello a casa!
      Che bella questa torta rustica, mi piacciono le nocciole nella frolla e tutte quelle mele che si colorano di rosso con la marmellata 🙂

      Rispondi
    8. Mila
      6 marzo 2014 at 11:45 (4 anni ago)

      Questa me la segno!!!!!!!!!!!! Troppo invitante!!!
      Buona giornata

      Rispondi
    9. Vivre Shabby Chic
      6 marzo 2014 at 12:43 (4 anni ago)

      Grazie per essere passata, così anch'io ho potuto scoprire questo posto delizioso: il tuo blog! ^___^
      Piacere, Carla … ed a presto!

      Rispondi
    10. cucinaincontroluce
      7 marzo 2014 at 10:00 (4 anni ago)

      Anch'io ho un bisogno incredibile di sole, anche se sino apochi giorni fa, avvezza alla pioggia costante e che nemmeno mi dispiaceva, non me n'ero accorta!
      Amo i dolci con le mele grazie a quella punta di asprigno che li rende più credibili, li amo perchè sono un perfetto connubio tra il grigiore invernale e la freschezza della primavera!
      Un abbraccio,
      Tatiana

      Rispondi
    11. Ros Mj
      7 marzo 2014 at 10:46 (4 anni ago)

      Dopo tanto freddo e pioggia (almeno da me), quando fa capolino il sole anche l'umore se ne giova. Molto gustosa questa torta!! Non ho mai comprato la confettura all'Ikea…se la consigli…la prossima volta farò un salto alla Bottega svedese :-). Bacino e complimenti!!

      Rispondi

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Comment *