Spaghetti with dried tomato pesto and quartirolo cheese

 
Ci sono musiche, ci sono sapori, profumi, che mi portano inevitabilmente a pensare all’estate. Odori che mi scaraventano di peso sulle coste salentine, nell’azzurro mare d’agosto.
Sapori che mi sono cari e che desidero ardentemente nel mezzo dell’inverno come durante la primavera, come nel pieno dell’estate.
Questi spaghetti, con questo condimento, per me speciale, li faccio piuttosto spesso. Almeno una volta al mese, il che per una che mangia pasta una volta alla settimana è tanto.
Adoro i pomodori secchi sott’olio, adoro le olive rosatelle, sono amante del quartirolo e dei capperi che arrivano dal giardino della suocera, giardino fronte mare…Quei capperi, anche mangiati da soli hanno una sinfonia di sapori.

Non vi ho troppo abituati ai piatti salati, visto che pubblico per lo più dolci, ma qui al Cottage si  mangia anche e soprattutto salato.
Così eccovi questa, semplice e gustosa.

Spaghetti with dried tomato pesto and quartirolo cheese photo rebeca sendroiu

Ingredienti per 4 persone:
  • 250g di pomodori secchi sott’olio
  • 2 cucchiai di pinoli tostati
  • 1 cucchiaio di capperi dissalati + una manciata da lasciare per la decorazione
  • 20 foglie di basilico fresco
  • 2 cucchiai di olive taggiasche denociolate
  • 2 cucchiai di olive rosatelle tagliate a rondelle
  • 70g di quartirolo
  • 2 cucchiai di ricotta salata gratuggiata
  • 3 cucchiai di olio EVO
  • 400g di spaghetti (io spaghetto quadrato 1 La Molisana)
Preparazione:
Mettete nel mixer i pomodori secchi, i pinoli, parte dei capperi, il basilico, le olive taggiasche e frullate per un minutino, o comunque il tempo necessario fino ad ottenere una cremina.
Fatte cuocere al dente la pasta in abbondante acqua salata. In una padella mettete il pesto di pomodori secchi con i 3 cucchiai di olio a fiamma molto bassa. Aggiungete qualche cucchiaio dell’acqua di cottura, scolate gli spaghetti e aggiungeteli al sugo. Tenetevi da parte un pò di acqua di cottura per mantecare ulteriormente la pasta.
Condite con le olive rosatelle, il quartirolo sbricciolato, la ricotta salata e i capperi.
Spaghetti with dried tomato pesto and quartirolo cheese photo rebeca sendroiu

(Visited 66 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someonePrint this page

11 Comments on Spaghetti with dried tomato pesto and quartirolo cheese

  1. Mila
    27 marzo 2014 at 11:37 (4 anni ago)

    Beh questi spaghetti devono essere spettacolari!!!! Complimenti

    Rispondi
  2. marina riccitelli
    27 marzo 2014 at 12:14 (4 anni ago)

    anche a me piace tanto quando un profumo o un sapore ti fa viaggiare la mente a luoghi cari! ce ne ho un sacco in mente!!! Questa pasta è meravigliosa ed io vorrei tanto un giardino con i capperi!!! bacioni

    Rispondi
  3. Gabila Gerardi
    27 marzo 2014 at 15:45 (4 anni ago)

    Devo dirti un segreto..io i capperi li mangio a cucchiaiate!!! E secondo te questa pasta può non piacermi???????

    Rispondi
  4. Reb
    27 marzo 2014 at 17:39 (4 anni ago)

    Si…a me piaciono! 🙂

    Rispondi
  5. Reb
    27 marzo 2014 at 17:41 (4 anni ago)

    Io che mangio poca pasta, quando faccio questa ne mangerei a kg!!!

    Rispondi
  6. Reb
    27 marzo 2014 at 17:43 (4 anni ago)

    Quando vado giù in Salento mi godo la fioritura di capperi. Hanno fiori bellissimi! Mia suocera ha ben due piante, rigogliose che tendono i flessuosi rametti trascinandoli ovunque…Quando posso raccoglierli io, prendo sempre quelli più grossi e carnosi.

    Rispondi
  7. Reb
    27 marzo 2014 at 17:44 (4 anni ago)

    Allora siamo in due Gabi. Adoro i capperi…sono come le noccioline!!! <3

    Rispondi
  8. Mimma e Marta
    27 marzo 2014 at 19:19 (4 anni ago)

    Buona questa pasta! Ci evoca un po' i sapori della nostra terra 🙂

    Rispondi
  9. Reb
    27 marzo 2014 at 21:28 (4 anni ago)

    Grazie 🙂

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *