Pink “Roses” Lady mini apple tart

picnic pink lady mele

La luce filtra attraverso nuovi giorni mettendo in risalto la mia dimora che è costantemente nel mezzo dei mondi. Perché la mia casa da giorni segna il limite tra Primavera ed Estate, tra nubi color cobalto, dense e minacciose e cieli di un azzurro terso che poche volte si sono visti qui, sulle mie bellissime Highlands piacentine.
Sono sempre tra pioggia e sole e mentre i temporali si abbattono sulle colline circostanti, quando arrivano in prossimità dei campi intorno a casa, ogni cosa si placa e le nubi indietreggiano con timore e riverenza, come se qui non fosse permesso interrompere la Magia, il sogno nel quale sono immersa da giorni. Senza pioggia, ogni cosa rimane immersa in un’ombra azzurrognola.
E’ un corridoio questo luogo che vivo, un canale attraverso il quale traghettano sogni sfarzosi di piccoli castelli e casali, di mulini e cascine, di ampi saloni e verande assolate dove organizzare chiassosi brunch. Sogni di giardini secolari alla cui ombra amiche impegnate in rilassanti sedute di yoga, interrompono l’attività per correre nella cucina all’aperto ad assistere alla lezione sulle conserve dolci, alla lezione sui dolci da credenza. Bimbi impegnati in attività equestri, seduti con i piedi a penzoloni sul bordo dei piccoli ruscelli che abbracciano quella dimora che tanto sogno.
Tra sogno e realtà, incerta su quale sia il modo migliore per attirarne l’attenzione, ogni tanto mi affaccio al balcone e sussurro: “Dea Bendata, togli la benda, che io sono qui!”
E mentre l’attendo prendo la mia cassetta di legno antico che il falegname di casa ha costruito per me, la riempio di cose buone e la porto in giardino.
Bicchieri colorati, piatti preziosi, cannucce di carta, tovaglioli a pois, fiori e tovaglie, frutta e dolcetti, cuscini e qualche lanternina se la sera rischia di sorprenderci tutti.
Una cassetta contenitore che una volta svuotata si può ribaltare e usare come tavolino. Oppure aggiungendo un semplice ripiano più largo diventa un pratico tavolo, molto rustic-chic.
La bella stagione incalza e le feste all’aperto sono un momento che tutti vogliamo vivere insieme alla famiglia e agli amici più cari e quando Pink Lady mi ha proposto di realizzare un finger food con la loro dolce e succosissima mela, non ho potuto dire di no.
Pink Lady credo che per certi versi non sia solo una semplice mela, ma sia un elogio alla femminilità, alla dolcezza. Per questo motivo ho scelto di trasformare la Pink Lady in un simbolo della bella stagione: la rosa.
Una rosa fragrante, saporita, con diverse consistenze.
Un guscio di frolla alla nocciola custodisce un morbido cuore di crema frangipane dal quale sbocciano teneri petali di Pink Lady.

Ingredienti per 12 piccole Rose Tart

Per i gusci di frolla lievitata:

  • 125gr di farina di nocciole
  • 125gr di farina 00
  • 75gr di burro bavarese freddo
  • 75gr di zucchero semolato
  • 1 uovo intero
  • 1/2 bustina di lievito vanigliato per dolci
  • 1 pizzico di sale

Per la crema frangipane:

  • 130gr di farina di mandorle
  • 130gr di zucchero semolato
  • 1 uovo intero + 1 tuorlo
  • 100gr di burro
  • 100gr di ricotta fresca

Per finire: 3 mele Pink Lady + 5 cucchiai di zucchero semolato

Utensili: una teglia per muffin (x12)

guscio frolla

Preparazione della frolla: Mettere le farine, lo zucchero, il sale e il lievito in una ciotola e mescolare con una forchetta per unirle. Aggiungete l’uovo e mescolate aiutandovi con la forchetta. Infine unite il burro freddo di frigo tagliato a cubetti. Lavorate velocemente le farine con il burro fino ad ottenere un impasto uniforme e compatto. Coprite con pellicola e lasciate riposare in frigo per un’oretta.

Nel frattempo preparate la crema frangipane lavorando il burro con lo zucchero fino ad ottenere una pomata soffice. Aggiungete un uovo alla volta, la farina di mandorle e la ricotta.

Infine concentratevi sulle Pink Lady. Lavatele con cura, tagliatele a metà, privatele del torsolo e con l’aiuto di un’affetta verdure tagliatele a fette sottili. Devono essere sottili come fogli di carta, perché solo così potrete lavorarle senza spezzarle dando loro l’aspetto di petali di rosa.

Sulla spianatoia stendete la frolla e con un coppapasta ricavate 12 dischi da 10cm di diametro. Imburrate ed infarinate la teglia dei muffin, disponete ogni disco nel suo spazio e modellato lungo i bordi. Riempite con la crema frangipane fino a 3/4 dal bordo della frolla ed infine disponete le sottili fette di mela partendo dai bordi, in cerchio, seguendo un immaginario disegno a spirale, fino ad ottenere delle piccole rose. Infine spolverate con lo zucchero e fate cuocere nel forno preriscaldato a 175° C per circa 30 minuti.

tortine alla mela pink lady crude

tortine sfornate

storage box picnic

pink lady apple

picnic table pink lady

progetto picnic pink lady

picnic dettagli

picnic pink lady project

mani di mamma

Picnic pink lady project Collage

#picnic #PinkLady #PinkPicNic #PinkPinNicTable

(Visited 344 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterPin on Pinterest37Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

20 Comments on Pink “Roses” Lady mini apple tart

  1. Paola
    21 maggio 2015 at 19:36 (2 anni ago)

    Queste tart devono essere divine, poi presentate così sono una meraviglia, sono senza parole. Un bacione

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      22 maggio 2015 at 12:35 (2 anni ago)

      Grazie di cuore Paola. Sono piccole e romantiche roselline, molto, molto facili da fare e talmente buone da non riuscire a smettere di mangiarle. Io non sono brava a ‘vendermi’ e mi piace di più lasciar giudicare chi proverà a farlo. E in questo caso di una cosa sono certa, che chiunque le proverà, non rimarrà deluso. 😉

      Rispondi
  2. Virginia
    21 maggio 2015 at 20:04 (2 anni ago)

    Attratta dalle foto viste su fb eccomi qui a deliziare i miei occhi davanti a queste foto fantastiche, un set da sogno e delle tarts deliziose e raffinate con il loro motivo a rosa!!! Davvero tutto bello! Buona serata e un abbraccio

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      22 maggio 2015 at 12:36 (2 anni ago)

      Grazie di cuore Virginia. Sono felice che le foto ti siano piaciute e per quel che riguarda le piccole tart, beh, sono sicuramente da provare .Sono davvero facili da realizzare e non richiedono troppo tempo fortunatamente. 😉
      Un abbraccione

      Rispondi
  3. Francesca P.
    21 maggio 2015 at 23:08 (2 anni ago)

    Sorrido sotto i baffi e sai perchè. Come io sapevo che avresti fatto qualcosa di speciale, specialissimo con queste mele. Ma il pic nic è ancora più bello di come mi aspettavo. E le foto parlano. Di come ti piace. Di come ti diverti. Di come sei brava.
    Sogno rose da gustare mentre dondolo… ti aspetto!

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      22 maggio 2015 at 12:44 (2 anni ago)

      Carico le cose sulla bici e arrivo. Un abbraccione e grazie ancora

      Rispondi
  4. chiara
    22 maggio 2015 at 7:15 (2 anni ago)

    amica mia ma quanta poesia in queste foto…vorrei tanto sedermi a quel tavolino a fianco a te e passare il pomeriggio a chiacchierare chiacchierare e chiacchierare…….
    ps. le tortine le salvo subito perchè maritino ne andrebbe matto!!!!! BACI

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      22 maggio 2015 at 12:50 (2 anni ago)

      Stellina tu, le foto sono imperfette visto che sono giorni che qui sembra inverno….ma averti sdraiata comoda sui cuscinoni con una tortina rosellina tra le mani sarebbe bellissimo. Vedere la rosa bella che sei, il tuo fiorire, i tuoi occhi brillare di vita….
      Se le fai, sono sicura che te ne innamorerai … sono buone buone, difficilmente mi vanto, ma questa volta voglio farlo 😉

      Rispondi
  5. lara
    22 maggio 2015 at 7:39 (2 anni ago)

    anche qui siamo a cavallo, a destra del parco nubi minacciano e a sinistra i raggi del sole filtrano… sembra tutto un po’ magico, quasi che un troll possa uscire di colpo da dietro un albero…. che belle queste tortine, da sole e insieme alle immagine danno anche loro un tocco magico a questa gornata

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      22 maggio 2015 at 12:52 (2 anni ago)

      Qui oggi le nuvole hanno deciso di coprire tutto. Sono le 14 e c’è buio pesto. Ma fa nulla, forse questo fine settimana qualche pic nic si riuscirà anche a fare 😉

      Rispondi
  6. Simo
    22 maggio 2015 at 12:49 (2 anni ago)

    sono romanticissime, delicate e buonissime! Che volere di più?!

    Rispondi
  7. SELENDIR
    23 maggio 2015 at 7:37 (2 anni ago)

    WOWOWOWOW! Sono senza parole! Per le roselline di mela, per le foto, per la mise en place del tutto….Sei una vera artista , a 690°!!!!!!!Chissà che bontà. E uno spettacolo per il cuore e gli occhi. Tutto è perfetto: dai dolcetti, ai tovagliolini, alla tovaglia, ai bicchieri, allo scrigno fatato….al tuo cuore che vi intravede ovunque. Baciotti

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      23 maggio 2015 at 17:23 (2 anni ago)

      Grazie Sele. Mancavano le tue parole qui al Cottage, lo confesso. E sono felice che ti piaccia il tutto e non vedo l’ora di fartele provare queste tortine e se proprio non riusciamo a vederci prestissimo, sappi che sono facili facili da fare. Ti abbraccio

      Rispondi
  8. Il Falegname di Casa
    26 maggio 2015 at 7:19 (2 anni ago)

    Il falegname di casa è oscenamente orgogliosi di aver dato il proprio piccolo contributo a questo … tripudio di gioia, allegria, spensieratezza, colori e soprattutto BONTA’! S’, perché queste tortine sono come le ciliege, una tira l’altra, talmente buone e leggere che smettere di mangiarne è violenza! Degno scambio di omaggi tra Signore che hanno molto in comune, quella Rosa e quella del Cottage! 😀

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      26 maggio 2015 at 8:44 (2 anni ago)

      Il Falegname di Casa ne avrà ancora di progetti da realizzare e di desideri della sottoscritta da esaudire.

      Rispondi
  9. Laura e Sara Pancetta Bistrot
    26 maggio 2015 at 17:12 (2 anni ago)

    Reb, ma questo post è un capolavoro!! Siamo senza parole, semplicemente estasiate…da queste foto, dal lavoro del falegname di casa, da questa luce un po’ misteriosa e cupa, da questo pic nic da favola con quella lanternina deliziosa!! Le roselline pink sono divine, complimenti carissima!!!!

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      27 maggio 2015 at 18:02 (2 anni ago)

      Grazie di cuore. La luce non era esattamente voluta diciamo, anzi, ci ho parecchio litigato visto che l’idea di pic nic che avevo era decisamente più assolata. Però, il temporale era giorni che mi girava intorno senza mollarmi e non ho avuto grande scelta. Non ho ancora inventato la cassaforte-frigorifero per salvare il cucinato dagli assalti del falegname e della piccola principessa….ma ci sto pensando 😀

      Rispondi
  10. Manuela
    27 maggio 2015 at 20:09 (2 anni ago)

    Mi hai fatto venir voglia di correre in giardino, con questa cesta, queste piccole rose perfettamente formate, questi colori che parlano di una primavera che non brucia il verde ma ci accoglie gentile nei prati…complimenti Reb!Bellissime queste torte 🙂

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      27 maggio 2015 at 20:35 (2 anni ago)

      Grazie di cuore Manu.

      Rispondi
  11. Federica Gif
    28 maggio 2015 at 14:29 (2 anni ago)

    Che brava sei Becky, hai una classe unica 🙂 Complimenti
    Grazie per essere passata da me e scusa se non ti ho risposto subito ma in questo periodo sono moooolto presa… Sai che a giugno uscirà il mio libro di ricette? Ci ho lavorato talmente tanto che ormai lo ritengo una mia creatura e non vedo l’ora di sfogliarlo 🙂 Quando sarà pronto passerò da te più spesso, prometto! Ciao, Un bacione!
    F*

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *