Honey and vanilla madeleines

honey vanilla madeleine

On-Air The xx- Intro

Corrono i miei giorni tra i sogni. Sembra un viaggio. Wait a moment! E’ un viaggio. Un viaggio di quelli su un treno AV dove capita che guardando le cose dal finestrino, le più vicine, non le afferro con lo sguardo, non hanno forma, se non linee e sagome fugaci che mi lascio alle spalle. Se sposto lo sguardo in lontananza, ogni cosa pare scorrere più lentamente a dispetto della velocità del mio mezzo di trasporto e riesco a trattenere negli occhi le forme. Forse quello è il Futuro o forse è un Presente più distante da me, ma che vivo e che mi vive.
Sembra che le cose che desiderassi, in qualche modo incerto prendano forma. Lavoro tutti i giorni proiettata in avanti di qualche mese. Sono già a Natale, immersa tra gli addobbi. E con questo non avevo fatto i conti.
E se guardo indietro ad un anno fa, sorrido. Un anno fa ancora dovevo partire per il Malvarosa Award ad Ischia. Un anno fa, il sito come è ora stava prendendo forma. Un anno fa non sapevo cosa avrei voluto farne del mio sempre incerto futuro. Sapevo che non volevo allontanarmi troppo dal blog, dalla cucina e dalle foto. Ma non sapevo come sarei riuscita a tenere tutto insieme, ne sapevo quale tra le mie passioni l’avrebbe spuntata. Sorrido, perché quella macchina appesa al collo mi piace, mi soddisfa, mi lascia sognare, mi fa guardare alle cose in una prospettiva del tutto nuova, unica.
E queste madeleine? Sono una versione rivisitata di monsieur Gaston Lenôtre. Sono tutto un miele e una vaniglia, perfette per iniziare l’autunno.

Ingredienti per circa 28 madeleine: 130g zucchero – 3 uova – 35g miele di acacia – 180g di farina 00 (io 80 normale, 40 di nocciole e 60 integrale) – 5g di lievito per dolci – 125g burro – 1 pizzico di sale – 1 cucchiaino di estratto di vaniglia – la scorza di mezzo limone BIO

Scaldate il forno a 200°C. Nel frattempo nella planetaria lavorate le uova con lo zucchero per 5 minuti. Aggiungete il miele e lavorate per un altro minuto. Aggiungete poco alla volta le farine, il lievito, il sale ed infine il burro. Lavorate per 3 minuti e per ultime aggiungete la scorza di limone e la vaniglia.

Ungete lo stampo per madeleine con un po’ di burro, infarinate e aggiungete un cucchiaio di composto circa per ogni forma.

Trucco! Per ottenere la famosa gobba tipica delle madeleine, dovreste lasciar riposare le madeleine in frigo per almeno un paio d’ore. Shock termico che io ho ottenuto passando lo stampo in freezer per 5 minuti.

Nel forno che avete preriscaldato cuocete la madeleine per 4 minuti + altri 4 minuti con il forno impostato a 180°C. Servite appena sfornate, calde, oppure tiepide, oppure a temperatura ambiente. Anche una settimana dopo se volete, perché se messe nella scatola di latta durano, se ci arrivano.

(Visited 164 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+2Tweet about this on TwitterPin on Pinterest18Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

12 Comments on Honey and vanilla madeleines

  1. Laura e Sara Pancetta Bistrot
    23 settembre 2015 at 16:27 (2 anni ago)

    In un solo anno i sogni possono trasformarsi, prendere forma fino a percepirne i contorni…certamente per poterlo fare bisogna essere tenaci e crederci fermamente, appassionarsi in quel che si fa. E tu di passione ne hai da vendere!! Complimenti per tutti i tuoi passi verso il tuo sogno, ti abbracciamo con tanta stima ed affetto.
    PS: Bellissime e deliziose queste madeleines!

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      24 settembre 2015 at 6:47 (2 anni ago)

      Ed io abbraccio forte voi due belle pancettine del mio cuore 🙂

      Rispondi
  2. Elena
    23 settembre 2015 at 16:48 (2 anni ago)

    Che bello vederei i propri sogni che si realizzano…. E che belle queste madeleines, devono essere splendide, non le ho mai fatte sai? Un bacione

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      24 settembre 2015 at 6:46 (2 anni ago)

      Queste sono semplicissime e golosissime. Una tira l’altra. Un abbraccio grande

      Rispondi
  3. Vica
    23 settembre 2015 at 18:19 (2 anni ago)

    Come trascorre veloce il tempo.. Quanti gradini hai già alzato stellina da quando non lavori più, credo parecchi! E sono gradini di qualità! Hai fatto qualcosa per te stessa finalmente! E ti vedo salire tanti altri stella!
    Ahh ne parliamo di queste madeleines con farina di nocciole..?! Buonee! Mi piacciono le ricette con un’occhio di riguardo per la salute.

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      24 settembre 2015 at 6:46 (2 anni ago)

      Non avrei mai creduto che uscire fuori dal mio schema mentale lavorativo potesse essere così entusiasmante e anche così difficile. Ma è bello e non mi arrendo perché voglio prendermi tutto quello che mi è concesso avere. Adoro i dolci che abbiano la farina di nocciole e confesso che nei miei ormai non manca mai.

      Rispondi
  4. Francesca P.
    23 settembre 2015 at 20:48 (2 anni ago)

    Quante cose cambiano e scorrono in un anno… ricordi le nostre chiacchierate di tempo fa, le parole, i pensieri, le paure, i passi incerti, l’entusiasmo e la voglia di stupore? Siamo una linea sempre viva, mai ferma… le vere stagioni sono quelle che viviamo interiormente, con tutto il vento che soffia, il sole che scalda, le bufere che impazzano, le nuvole che arrivano ma poi vanno via… giorni, mesi e anni come le tue deliziose madeleines, petali di sogni che sfogliamo, resi morbidi dal burro e dalle speranze…

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      24 settembre 2015 at 6:44 (2 anni ago)

      Sì lo ricordo. E poi le incertezze diventano certezze, i sogni prendono forma e la strada in avanti si delinea sempre più. Le stagioni che abbiamo dentro sono meravigliose. Un abbraccio grande

      Rispondi
  5. Tatiana
    24 settembre 2015 at 5:58 (2 anni ago)

    Ciao, manco da tanto tempo perché non ricevevo più le notifiche e ora mi sa che ho un bel po’ da leggere! Belle le tue madeleines, io le devo fare da un bel po’ di tempo e a vedere le tue mi è tornata la voglia… con il ritorno del freddo è bellissimo biscottare!
    Un caro saluto 🙂

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      24 settembre 2015 at 6:42 (2 anni ago)

      Anche io ho perso un bel po’ di notifiche. Sì, con il freddo è bellissimo riaccendere il forno. Un abbraccissimo

      Rispondi
  6. Erika giochidizucchero
    24 settembre 2015 at 10:38 (2 anni ago)

    Che meraviglia questi dolcetti, Becky, cara. Come stai? E’ da un po’ che non passavo a trovarti. Ti abbraccio!

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      24 settembre 2015 at 11:42 (2 anni ago)

      Grazie Erika. Io sto bene, è appena iniziata la stagione che amo. 😀

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *