Red Leicester, leek and chorizo scones

scones redcleicester leek chorizoOnAir Sigur Ròs – Olsen Olsen

Serendipità. Metto in borsa la mia macchina fotografica e prendo la strada. Vado in cerca di quella cosa. Quella cosa che non so, che non ho focalizzato. Ma quel giorno quella cosa non la trovo mai, trovo sempre qualcosa d’altro. Quell’altra cosa della quale non sapevo nemmeno di avere bisogno finché non l’ho avuta davanti a me, tra noi solo l’obiettivo che mi mostra particolari che non avrei notato. Osservo accidentalmente dalla parte opposto in cerca del tramonto e in quella luce, tra me e il cielo terso del crepuscolo si frappone un gruppo di foglie gialle. Le ultime dell’autunno.
Si frappongono tra me e quello che pensavo di voler trovare candelabri rotondi di vischio. Sono giovani e attendono la mano che fortunatamente potrà coglierli in prossimità di dicembre.
Serendipità costante, la mia vita, dove tutto è un fortunato incidente. Serendipità ai fornelli. Perfino il mio frigo ha subito una sorta di affezione da serendipità costante, come il mio animo. Ossessivo compulsiva, tra tazze, bicchieri, posate, tovaglioli di ispirazione, musica e cibo.
Prendo, accumulo, so che mi servirà e rimuovo. Trovo quando cerco altro. Mi piace sottoporre me stessa ad una caccia al tesoro. Serendipità compulsiva, per la quale non esistono istruzioni per l’uso, dosaggio, controindicazioni, effetti collaterali o interazioni con altri sentimenti.
Ma forse che importa avere le istruzioni. E’ bello vivere non sapendo cosa aspettarsi, senza nulla aspettarsi, ma afferrando al volo. Forse il giorno che cercherò l’ago nel pagliaio, troverò quel fattore con i capelli biondo grano e la tartaruga. O forse quando sfregherò con decisione la lampada per lucidarla, uscirà il genio. Incidenti, da vivere, al volo.
Come questi scones, da prendere al volo e mangiare.
Cercavo di trattenere il profumo dei fiori di agrifoglio e invece ho impastato scones. Non è serendipità, ma sfruttamento delle proprie capacità senza fossilizzarsi su cose che richiederebbero dispendio di energie senza avere soluzione immediata.

red leiceste chorizo scones

Ingredienti per 10 scones: 250gr di farina 00 + per la spianatoia, 1 cucchiaino di lievito istantaneo per torte salate, 1/4 di cucchiaino di bicarbonato, 1 cucchiaio di yogurt magro, 1/2 cucchiaio di succo di limone, 1/2 cucchiaio di sale, 1 cucchiaino colmo di moutarde à l’ancienne, 115gr di burro freddo, 1 uovo, 50gr di parmigiano grattugiato, 100gr di red Leicester oppure cheddar tagliato a cubetti, 100gr di chorizo tagliato a cubetti, 125ml di latte intero+ un paio di cucchiai per rifinire

Nel food processor mettete gli ingredienti secchi con il burro e fate andare le lame a massima velocità per pochi secondi. Rovesciate il tutto in una ciotola e aggiungete il resto degli ingredienti e il latte per ultimo. Mescolate tutti gli ingredienti aiutandovi con una forchetta, fin quando non saranno perfettamente amalgamati. Avrete un impasto molto morbido e appiccicoso, ma è così che deve essere.
Su una spianatoia mettete abbondante farina e rovesciate l’impasto. Passate le mani nella farina e schiacciate l’impasto con le mani lasciandolo alto circa 3 o 4 cm. Con un coppapasta ricavate 10 dischi. Disponeteli con cura su una teglia rivestita da carta forno, spennellate con poco latte e cuocete nel forno preriscaldato a 200° per circa 15 minuti. Lasciate intiepidire prima di consumarli.

red leicester chorizo leek scones

sweet november

novembre-5

(Visited 151 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest5Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

10 Comments on Red Leicester, leek and chorizo scones

  1. Messapico
    6 novembre 2015 at 18:47 (2 anni ago)

    This is THRUE MAGIC … what else? 😀

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      16 novembre 2015 at 9:34 (2 anni ago)

      Eccolo che mo mi parla in inglese arcaico. 😀
      Attraverso la magia della mia cucina

      Rispondi
  2. SELENDIR
    7 novembre 2015 at 9:44 (2 anni ago)

    Ammmorrrrreee! Confusa e felice neh? Scones da urlo e foto da urlo!!! Che brava che sei. Come ti invidio la vista di quel vischio abbrabicato all’allbero. E come invidio le mani che prelevano glil scones dal piatto…..baciotti già affamati

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      16 novembre 2015 at 9:34 (2 anni ago)

      Questi scones sono gnammosi. E quel vischio lo curo e lo tengo d’occhio, non vedo l’ora di coglierlo. Ci metterò s la targhetta. 😀

      Rispondi
  3. Angela
    7 novembre 2015 at 13:14 (2 anni ago)

    quanta bellezza e verità nelle tue parole e nelle tue foto.
    Mi piace quello che leggo, mi sento a casa, coccolata…e questi scones sono fantastici!
    p.s.: alla serendipità sempre!

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      16 novembre 2015 at 9:35 (2 anni ago)

      Grazie di cuore Angela. Un abraccio

      Rispondi
  4. v i c a i n c u c i n a
    7 novembre 2015 at 18:24 (2 anni ago)

    Serendipità… Che bella questa parola ed il suo significato! Adoro il suo suono in inglese: “serendipity” – proprio dal film intitolato così scoprii questo neologismo. Il puro caso.. l’inaspettato, improvviso, inatteso, impensabile, inimmaginabile, casuale.. trovo mistero e energia in tutto questo, fanno anche loro parte della mia natura ♥
    Tu sei sempre così international… tellement français! Mi piace quando usi “moutarde à l’ancienne”.. “choriso” .. “Leicester”… Hai sempre tra i tuoi ingredienti qualcosa di speciale, come te! ♥

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      16 novembre 2015 at 9:36 (2 anni ago)

      Hahahahaaha …. noi samo ‘international’ dentro, nell’anima. Un bacione grande

      Rispondi
  5. Lisu
    9 novembre 2015 at 19:27 (2 anni ago)

    incantevole serendipità..
    Lisu del Lismary’s cottage

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      16 novembre 2015 at 9:36 (2 anni ago)

      Un abbraccio grande Lisu.

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *