Another chocolate hazelnut cake

All you need is love. But a little chocolate now and then doesn’t hurt. Charles M. Schulz

Ieri era San Valentino e da brava blogger/padrona di casa avrei dovuto offrirvi una fetta di dolce o un piatto di …humm vediamo, ieri ho fatto le tagliatelle di farina di ceci e nocciole con cimette di rapa, acciughe e limone. Ma so che mi perdonerete, dal momento che ero impegnata ad amoreggiare, direi come quasi tutti i giorni della settimana, con i miei due “valentini”.
Alla fine della serata, dopo diversi manicaretti, uno dei valentini mi ha confessato che è stato il più bel San Valentino della sua vita. Cuore di mamma si è sciolta, mentre pensavo a quanti altri ne avrà con i fidanzati e di questo non rimarrà traccia se non in qualche cassettino della memoria.
Era anche l’anniversario dei miei genitori, che abbiamo anticipato come festeggiamenti a due sere fa e proprio in tale occasione ho fatto questa torta in fretta e furia con quello che avevo in dispensa.
Si è rivelato un tale successo di sapore e consistenza che non potevo non condividere la ricetta con voi. Me la sono inventata partendo da alcune dosi che sono per me la certezza della perfetta torta da farcire, modificando alcune quantità e ovviamente gli ingredienti.
Ho scoperto per pura casualità una farina senza glutine che grazie alla presenza di latte in polvere conferisce ai dolci un profumo davvero buono, soprattutto in quelli dove non c’è l’ingombrante presenza del cacao.
Ma senza tergiversare, ecco la ricetta, come promesso….

Ingredienti per una torta 20 cm di diametro: 3 uova fresche, 200 gr di burro bavarese, 200 gr di zucchero, 150 gr di farina senza glutine (io Bene sì marchio coop), 70 gr di farina di nocciole, 70gr di cacao amaro in polvere, 1 1/2 bicchierino di rum (io Captain Cook’s – Smooth Spiced), 1 cucchiaino di estratto di vaniglia, 1 pizzico di sale, 1 bustina di lievito di birra

Preriscaldate il forno a 175°C.
Nella planetaria lavorate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto soffice. Aggiungete il burro morbido a temperatura ambiente e lavorate a media velocità fino a quando non sarà perfettamente incorporato. Aggiungete le farine, il cacao, il sale, il lievito e l’estratto di vaniglia e lavorate a media velocità. Aggiungete il rum e amalgamate.

Incamiciate con burro e amido di mais una teglia da 20 cm di diametro, versatevi il composto, infornate e fate cuocere per circa 40-45 minuti.

Se non amate il rum, potete sostituirlo con il latte di riso o di nocciole.

Chocolate Sour Cream Bundt Cake – Two peas and their pod

CHOCOLATE FUDGE BUNDT CAKE – King Arthur flour

Easy chocolate cake – BBC Food

(Visited 156 times, 6 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+1Tweet about this on TwitterPin on Pinterest50Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

8 Comments on Another chocolate hazelnut cake

  1. m4ry
    15 febbraio 2017 at 20:37 (4 giorni ago)

    Insomma, sono stati giorni pieni d’amore, con tanti festeggiamenti a forma di cuore 🙂
    Questi scatti sono belli e affascinanti, mi risucchiano e quella torta dev’essere qualcosa di meraviglioso. Mi segno la ricetta perché voglio assolutamente provarla 🙂 Un abbraccio e buona serata :*

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      16 febbraio 2017 at 9:57 (3 giorni ago)

      Qui siamo generosi in fatto d’amore, ne diamo e fortunatamente ne riceviamo tanto.
      Grazie di cuore…un abbraccio

      Rispondi
  2. Ely
    15 febbraio 2017 at 21:13 (4 giorni ago)

    La torta al cioccolato è per me la regina delle torte dopo la torta di mele 🙂 se c’è li, indattda far festa qui vogliono solo la torta al cioccolato, quindi questa entra senza fare la fila nelle ricette da provare, la consistenza è meravigliosa e il rum nei dolci mi piace molto! Buona serata

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      16 febbraio 2017 at 10:11 (3 giorni ago)

      Il rum nei dolci piace molto a me, soprattutto quando si tratti di quelli al cacao/cioccolato con uvette oppure prugne. Questo tipo particolare che ho usato, che è molto speziato e ha un sentore di vaniglia caldo, dolce ed intenso, io lo trovo solo al LIDL in alcuni periodi dell’anno, catena con la quale pare abbiano l’esclusiva. In mancanza va bene anche il Bacardi Oakheart Spiced oppure il Captain Morgan anch’esso speziato. Quando la farai, sappimi dire se ti è piaciuta. 🙂
      Un baciottone

      Rispondi
  3. Margherita
    15 febbraio 2017 at 21:56 (4 giorni ago)

    Vorrei dire che é stato il suo profumo, ma ahimè, a parte l’oceano che ci separa, pure il mio raffreddore non aiuta, e quindi le foto bellissime mi hanno fatta arrivare fino a qui. All’ingrediente “burro bavarese” credo di aver avuto un mancamento…. ci credo che l’hai già dovuta fare due volte!!!

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      16 febbraio 2017 at 10:35 (3 giorni ago)

      Ciao Marghi, se non fosse per quel Oceano che ci separa, correrei da con una zuppa health booster, super saporita, speziata, di quelle che ti aprono il respiro, i polmoni, il petto, con tanto buon zenzero e verdurine di stagione e per coccolarti meglio una fetta generosa di questa torta che ti rimette in pace con l’Universo. Perché diciamocelo, il burro bavarese ha il suo perché, sempre, con quel profumo di panna e di vero burro.
      Un bacione immenso di pronta guarigione

      Rispondi
  4. Serena
    16 febbraio 2017 at 10:39 (3 giorni ago)

    Già solo dalla descrizione che hai fatto viene voglia di provare a farla questa torta, e la farò senza meno anche se non sono celiaca. A guardarla poi..chiama golosità. Complimenti per la ricetta e per il blog Un saluto

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      16 febbraio 2017 at 11:08 (3 giorni ago)

      Non sono celiaca nemmeno io, forse inizio a mostrare piccoli segni di intolleranza a glutine e lattosio, ma nulla d particolare. La scelta di usare questa farina, è proprio per il profumo che ha. Poi se per pura casualità è anche salutare, ben venga. 😀
      Grazie di essere passata, un abbraccio

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *