Migliaccio lemon semolina cake

The English version at the end of the post
In queste settimane ho dovuto affrontare i malanni di stagione miei e di mia figlia. Un ostacolo dietro l’altro, senza sosta, che mi hanno portata ad avere il fiatone in gola.
Ma non tutti i mali vengono per nuocere, perché abbiamo trascorso molto tempo insieme, più di quanto facciamo abitualmente e appropriarmi dei nostri spazi mi ha rigenerata.
Poterla osservare, poter godere delle sue risate, delle sue mani che mi cercano, di quei occhi luminosi e curiosi a cui nulla sfugge, mi ha elevata.
Ho anche sofferto l’impotenza di tutti i genitori che vedono soffrire i propri figli senza che sappiano come sollevarli, come proteggerli.
Ma per ora è tutto passato, ed entrambe siamo tornate a fiorire.
Come è tornato a fiorire, come accade ogni anno a febbraio, il mio desiderio di limoni.
Il limone è dominante nella mia cucina in queste settimane e poco male, sono tante vitamine per noi.
Per suggerirvi l’uso, ho deciso di far aprire le danze a questo Migliaccio profumatissimo.

 

Ingredienti: 250 gr di semolino, 250 gr di ricotta vaccina, 300 ml latte intero, 300 ml acqua, 3 uova, la scorza grattugiata di un limone biologico, 300 gr di zucchero, 1 bicchierino di Limoncello, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia, 1 pizzico di sale, 1 cucchiaio di burro
Mettete l’acqua, il latte, il burro e metà dello zucchero in un’ampia casseruola e portate a bollore. Aggiungete il semolino e fate cuocere per circa 10 – 15 minuti, fin quando il semolino non avrà assorbito più liquido possibile.
Quando avrà la consistenza della polenta cotta, spegnete il fuoco e lasciate intiepidire. In una ciotola montate con la frusta le uova e il restate zucchero fin quando non avrete un composto chiaro. Aggiungete l’estratto di vaniglia, la scorza di limone, il Limoncello e il pizzico di sale. Aggiungete infine la ricotta ed incorporate il composto al semolino cotto.
Ungete con burro una tortiera e versate il composto.
Cuocete nel forno preriscaldato a 200° C per circa 45-50 minuti.

Ingredients: 250 grams of semolina, 250 grams of ricotta cheese, 300 ml Whole milk, 300 ml water, 3 whole eggs, the grated zest of an organic lemon, 300 g sugar, 1 small glassof Limoncello 1 teaspoon vanilla extract ,1 pinch of salt, 1 tablespoon butter

Put water, milk, butter and half of the sugar in a large saucepan and bring to a boil. Add the semolina and cook for about 10-15 minutes, until the semolina will have absorbed much liquid as possible. When it has the texture of polenta cooked, turn off the heat and let cool. In a bowl, mix the eggs and the remaining sugar until you will have a light and fluffy mixture. Add the vanilla extract, lemon zest, Limoncello and a pinch of salt. Finally add the ricotta and incorporates the mixture to the cooked semolina. Grease with butter a baking pan and pour the mixture. Bake in a preheated oven at 200 ° C for about 45-50 minutes

 

Migliaccio del Cavoletto

Migliaccio – La pancia del lupo

Migliaccio napoletano – Pane dolce al cioccolato

Semolina cake rose and grapefruit syrup – The Kitchen MCCABE

Basbousa al cocco -Miss Becky’s Cottage

A persian love cake of sorts for your valentine – Twigg Studios

Semolina cake with pistachios and honey – Fool Proof Living

 

Props from my collection:

Vintage Bavaria set of plates, silver trim

Churchill China Oriental Garden Blu Chelsea plate

Glass patterned FLIMRA IKEA

TEKLA tea towel IKEA

 

(Visited 374 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook36Share on Google+1Tweet about this on TwitterPin on Pinterest100Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someone

10 Comments on Migliaccio lemon semolina cake

  1. Ely
    7 febbraio 2017 at 16:18 (3 mesi ago)

    Tesoro spero che adesso siate guarite! E che dire di questo dolce? Spettacolare e mi sembra ancor più che morbido, pare una nuvola, è assolutamente da provare! Un bacione

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      7 febbraio 2017 at 18:13 (3 mesi ago)

      Cucciolina è ancora sotto antibiotico ma è in via di guarigione. Io invece sto avendo una ricaduta. Ma con tante coccole possiamo farcela a superare tutto.Questo migliaccio è morbidissimo e sciropposo e con il limone di Sorrento che ho usato aveva un profumo fantastico.
      Un bacione Ely

      Rispondi
  2. Paola
    7 febbraio 2017 at 20:13 (3 mesi ago)

    Vedere il bello, le opportunità sempre, anche quando tutto diventa difficile, anche quando ci si sente impotenti. E’ l’amore che cura, ne sono sicura <3 E questo migliaccio mi ricorda il mio, quello napoletano che si prepara a carnevale. E' da rifare, un lungo asse che unisce le nostre cucine (e i sogni che aspettano di essere realizzati, insieme a pani al caramello 😉

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      8 febbraio 2017 at 10:33 (3 mesi ago)

      Soprattutto quando tutto diventa difficile. E sì, hai ragione, l’amore cura più di ogni altra cosa al mondo.
      Il tuo sarà sicuramente molto, ma molto più buono di questo mio che, di napoletano forse ha molto poco. E ti confesso inoltre, che mi piace quasi di più quello di pasta. 😉
      Un filo d’argento che unisce cuori, pance, sogni…
      Un abbraccio fatina dolce

      Rispondi
  3. sabrina
    8 febbraio 2017 at 10:07 (3 mesi ago)

    Ciao, arrivo da te quasi per caso…ed ho trovato un paradiso di bontà!
    Tutto meravigliosa qui, e mi sono registrata per non perdere altre meraviglie!
    Un abbraccio
    Sabrina
    http://www.delizieeconfidenze.com

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      8 febbraio 2017 at 10:36 (3 mesi ago)

      Ciao Sabrina, benvenuta al Cottage…Felice tu sia inciampata proprio qui.
      Un abbraccio e a presto.

      Rispondi
  4. Francesca
    8 febbraio 2017 at 12:41 (3 mesi ago)

    In certi periodi più che mai abbiamo bisogno di profumi intensi e buoni, che ci rimettono sulla strada giusta e che vanno seguiti, respirati… profumi semplici, sani, rassicuranti, quelli che riconosci, che magari avevi perso per un po’ ma appena li risenti, eccoli, sono loro, con tutta la forza positiva che trasmettono… la tua torta mi suscita questo, poi so che è fatta con le tue mani speciali e un po’ magiche e allora la voglia di assaggiarla aumenta persino! Sì, adesso sarebbe perfetta una fetta grande… me la porti? 🙂 Che sia sull’altalena, su cui si è poggiata la brina, o sul divano comodo davanti al camino, io ti aspetto…

    Rispondi
  5. Debora
    9 febbraio 2017 at 15:14 (2 mesi ago)

    Rebecka, eccomi finalmente. Ero già passata a godermi le foto, ora torno a godermi la ricetta. Mi piace assai, assai, che tu metta in basso le fonti di ispirazione della tua ricetta. La trovo una cosa molto bella e utile. Anche se poi mi perdo nei link 😉 …. ma è così piacevole perdersi a volte, soprattutto tra le tue foto, i tuoi profumi e l’acquolina in bocca ch mettono le tue ricette.

    Rispondi
  6. lisa
    16 febbraio 2017 at 11:23 (2 mesi ago)

    Rebecka che meraviglia!
    l’unica torta fatta con il semolino in vita mia è stata la torta persiana, deve essere ottima questa tua torta!
    Un abbraccio

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      16 febbraio 2017 at 11:39 (2 mesi ago)

      La torta persiana è un amore di torta! Questa si difende bene però. Ancora di più se si decide di optare per la ricetta napoletana, quella del vero migliaccio. 😉
      Un bacione

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *