Roasted cherries, labneh cheese and lemon thyme crostini

SOS amici Cottage, sono Rebecka e vi parlo dal frullatore dove la vita mi ha gettata. Ultimamente qualcuno ha deciso di aumentare il numero di giri e le pareti non sono molto aderenti, non ho appigli, tranne un paio forse ai quali riesco a tenermi aggrappata solo per pochi secondi.
Ma no amici del Cottage, non brontolerò. Vi dirò piuttosto di quante cose sono grata, perfino della frullata che mi sto prendendo da più di un mese. Sono grata per i sorrisi, gli abbracci e l’amore di chi mi è accanto. Sono grata per il profumo dei tigli che mi coccola in ogni istante della giornata da quasi una settimana. Grata per la salute di cui godiamo io e la mia famiglia, nonostante le le piccole scosse che ogni tanto ci danno. Grata per gli amici, per l’amore che respiro, che vedo, che inseguo, che trovo e rinnovo, che rendo con generosità. Sono grata per le ciliegie di cui mi sono riempita le tasche, le foto che qui e là ho scattato, grata per ogni singola esperienza, anche la più insignificante, apparentemente.
Sono grata per tutte le cose belle, che in quanto tali alcune volte riescono perfino a cancellare le brutture del mondo.
Grata per ogni nuova cosa che apprendo e che contribuisco a far apprendere.
Grata alla natura, per continuare ad essere così generosa nonostante noi.
Era tanto che non cucinavo appositamente per il Cottage. Per mancanza di tempo, per mancanza di ispirazione, per un blocco che ogni tanto mi prende quando devo creare. Ma ho imparato che per rimuovere certi ostacoli, certe volte non devo fare altro che affidarmi al passato, alle cose già fatte, provate. Perché non vuol dire ripetersi, ma donare, ancora una volta, con il carico di esperienza che c’è tra quella prima volta e l’ultima.
Qui al Cottage, praticamente da quando ho aperto, non faccio altro che arrostire e grigliare frutta quando la stagione è favorevole. Era il lontano 2012 quando presi ispirazioni dagli americani e dagli australiani. Loro arrostiscono e grigliano la qualunque cosa per poi mangiarla i tutti i modi possibili.
Questi crostini che vi propongo oggi gli ho già fatti negli anni passati con fragole, pesche, albicocche, more, uva, cachi, mango, mirtilli e pere.
Non avete che l’imbarazzo della scelta in quanto a frutta e anche in quanto a formaggi, creme o semi da aggiungervi. Arrostire o grigliare non è più difficile che farlo con qualunque altro ingrediente. Lo scorso anno ho arrostito le fragole e le albicocche, solo per potervi fare la marmellata. Quella di albicocche è stata la fine del mondo, tanto che quest’anno ho deciso di proporvela. Quindi rimanete sintonizzati!
Ma torniamo a questi crostini, che sono di una facilità disarmante. Incluso il procedimento per farsi da soli il labneh che io ho copiato pari pari dalla bravissima Noha.
Questi crostini sono dei meravigliosi spuntini, perfetti per il brunch o per i vostri aperitivi.
Ma ecco di cosa avete bisogno..
Ingredienti per 6 persone: 150gr ciliegie, 20gr di zucchero di canna integrale, qualche rametto di timo limone fresco, 2 cucchiai di succo di limone fresco, una baguette da 200gr, 150 gr di labneh fresco, un pizzico di za’atar

Iniziate a preparare il labneh dal giorno prima, poiché lo yogurt magro dovrà avere il tempo di perdere quasi tutta la sua acqua, generalmente una notte è sufficiente. Sul sito di Noah il procedimento è spiegato bene ed è intuitivo perfino per chi mastica poco l’inglese. Se non avete voglia di farlo e avete la fortuna di avere nella vostra città un negozio alimentare che venda prodotti libanesi, allora vi risparmiate un po’ di lavoro.
Denociolate le ciliegie e mettetele in una ciotola. Ricoprite con lo zucchero di canna e il succo di limone e lasciate riposare per circa 20 minuti. Nel frattempo preriscaldate il forno a 190°C con la funzione grill.
In una pirofila mettete le ciliegie lasciando da parte lo sciroppo che si sarà formato durante il riposo delle stesse dentro allo zucchero. Mettete la pirofila nella parte più alta del forno e lasciate arrostire sotto il grill per circa 8 minuti o fin tanto che non vedrete le ciliegie sfrigolare e non si sarà formata una crosticina.
Togliete le ciliegie dal forno e mettetele nello sciroppo di marinatura, aggiungete lo za’atar e le foglioline di timo limone.
Tagliate la baguette a fette e tostate leggermente ogni fetta. Spalmate con un po’ di labneh, aggiungete un paio di ciliegie arrostite e guarnite con un qualche fogliolina di timo limone.
Mangiatene come se non ci fosse un domani.

roasted cherries and labneh crostini

E se decidete di provarli, taggatemi su Facebook e su Instagram:

#MissBeckyCottage #AllYouCanRoastAndGrill

Summary

recipe image
Recipe Name
Roasted cherries, labneh cheese and lemon thyme crostini



Published On
Preparation Time
Cook Time
Total Time
Average Rating
51star1star1star1star1star Based on 1 Review(s)
(Visited 115 times, 1 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest20Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someonePrint this page

2 Comments on Roasted cherries, labneh cheese and lemon thyme crostini

  1. Francesca
    26 giugno 2017 at 14:08 (5 mesi ago)

    Manchiiiiiiiiiiiiiii!
    Ho reso l’idea, anche con una singola frase? 😀

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      29 giugno 2017 at 12:10 (5 mesi ago)

      Hai reso bene l’idea Franci. Spero di tornare, più prima che poi. Un abbraccio

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *