Apple and cinnamon galette glazed with maple syrup

OnAir: Civil Twilight – Human

C’è un giardino chiaro, fra mura basse,
di erba secca e di luce, che cuoce adagio
la sua terra. E’ una luce che sa di mare. – Cesare Pavese –

{English recipe below} I media dicono che è stata l’estate più calda degli ultimi 100 anni. Forse hanno ragione. Io l’ho sofferta, ma mai come nel 2015 che non riuscivo a dormir di notte. E’ vero, in camera da letto in questi mesi abbiamo raggiunto temperature da forno industriale, ma non l’ho sofferta particolarmente tanto. O forse già l’ho dimenticata.
E’ stata sicuramente un’estate ferma. Ho spento forno, fornelli, cervello. Il Cottage si è preso una vacanza come mai prima d’ora. Il tempo è volato così in fretta che nemmeno mi sono accorta che dall’ultima ricetta sono passati ben 70 giorni, 7 stagioni di The Good Wife, 1 stagione di Outlander, 7 giorni in Alta Val Trebbia, 12 giorni in Salento, una buona dose di giorni di fuoco e un “quanto basta” di tempeste. Una Luna Piena del Grano spettacolare nel segno dei Pesci, qualche marea, un paio di conchiglie, qualche kg di gnumarreddi, di polpette, braciole, sugo di pomodoro fresco, pizzarieddi e orecchiette, uva, pesche, stracciatella, mozzarella, burrata, giuncata e caciocavallo.
Di mezzo passaggi importanti come i primi dentini affidati alla Fata Dentolina, l’inizio della scuola ‘dei grandi’, abbronzature estreme e salti sulle onde più alte, i primi affondi, la prima caccia al tesoro di Poseidone.
Le foto non si sono sprecate. Pochi scatti, perché anche la macchina fotografica ha voluto prendersi le ferie.
Ho lasciato giù tra le onde, in poche ore, 30 gradevoli gradi che scaldano la pelle. Qualche ora più tardi i piedi si spingevano sotto il plaid per cercare un po’ di soffice tepore. C’era ancora verde, abbondanza d’estate in Salento e in un attimo lungo l’Adriatico mi sembrava di correre incontro all’Autunno. Mi aspettava a casa, in anticipo sulla tabella di marcia, ma sempre benvenuto.
Aveva una cesta carica tutta per me. Uva, fichi e i primi melograni.
Ma per aprire le porte del Cottage, per arieggiare le stanze e accendere il forno, io tra tutte le cose ho scelto le mele e la cannella, nel guscio friabile, a fiocchi della mia adorata pie crust. Perché se l’autunno vuole abbracciarmi ad ogni ora, mi sembra doveroso omaggiarlo con uno dei suoi profumi preferiti.

Ingredienti per la pasta: 330g di farina 00, 50g di zucchero, 3g di sale, 230g di burro freddissimo, 120ml di acqua ghiacciata, 30ml di aceto di mele freddissimo.

Per il ripieno: 5 mele rosse, 1 cucchiaino colmo di cannella, 1 bicchierino di Calvados, 50 gr di zucchero muscovado + sciroppo d’acero per glassare

Preparazione ripieno: Private le mele della buccia e del torsolo e tagliatele a fette non troppo grosse. Mettete in una ciotola e aggiungete il Calvados, il succo di limone, lo zucchero e la cannella. Mescolate, coprite con pellicola e lasciate riposare finché non avrete preparato la crust pie.

Preparazione crust pie: Mettete tutti gli ingredienti secchi nel food processor a lame insieme al burro freddissimo tagliato a cubetti. Fate andare le lame in modo alternato e per poco tempo, circa 5 sessioni (giri) da 2-3 secondi. Dovrete ottenere un impasto sabbioso nel quale si vedano fiocchi di burro piuttosto grossi. Mettete in una ciotola, coprite con pellicola e lasciate riposare in frigo nella parte più fredda per 30 minuti.

Se non avete il food processor, mettete gli ingredienti secchi in una ciotola, mischiateli, mettete i cubetti di burro e infarinateli.

Prendeteli uno ad uno e appiattiteli tra le dita velocemente, formando dei petali, infarinateli nuovamente. Mischiate il tutto velocemente e lasciate riposare l’impasto nel frigo per 30 minuti.
Trascorso quel tempo riprendete la farina e unitevi l’acqua e l’aceto freddissimi. Mescolate velocemente con una forchetta e rovesciate il tutto su un ripiano ben pulito. Schiacciate la farina con le nocche perché i palmi delle mani sono sempre troppo caldi. Schiacciate e compattate velocemente fin quando non avrete ottenuto una palla di impasto ben soda. Riponetela nella ciotola, coprite e lasciate nel frigo per 15 min.

Riprendete ora l’impasto e stendetelo velocemente senza maneggiarlo troppo. In una teglia mettete della carta forno, stendetevi l’impasto e aggiungete il ripieno. Ripiegate leggermente i bordi e fate cuocere nel forno preriscaldato a 185°C per circa 40 minuti.

A cottura ultimata, quando la tart è ancora calda di forno, spennellatela con lo sciroppo d’acero.

Apple and Cinnamon galette glazed with maple syrup

Serves 8
Sweet apples, Calvados, a lot of cinnamon and maple syrup.


Write a review

Print

For the pie
  1. 330g of All-Purpose Flour
  2. 50g of sugar
  3. 3g of salt
  4. 230g of cold butter
  5. 120ml of icy water
  6. 30ml of cold apple vinegar
Apple filling
  1. 5 red apples
  2. 1 teaspoon filled with cinnamon
  3. 1 small glass of Calvados
  4. 50 grams of muscovado sugar + maple syrup for frosting
Apple filling
  1. Peel and core the apples then cut them into slices not too big. Place in a bowl and add Calvados, sugar and cinnamon. Mix, cover with film and let it rest until you have prepared the crust pie.
Crust pie
  1. Whisk flour, sugar, and salt together in a bowl. Cut butter into cubes and toss with flour mixture to break up the pieces. With your fingertips, smash each cube flat. Stir in water and vinegar, then knead dough against the sides of the bowl until it comes together in a shaggy ball. Cover with a film and let it rest in the fridge in the coldest part for 30 minutes.
Make the Layers
  1. On a generously floured work surface, roll dough into a roughly 10- by 15-inch rectangle. Fold the 10-inch sides to the center, then close the newly formed packet like a book. Fold in half once more, bringing the short sides together to create a thick block. Refrigerate. After, using as much flour as needed, roll one piece into a 30cm circle. Place the oven paper in a pan, lay the dough and add the filling. Slightly fold the edges and bake in the oven preheated to 185°C for about 40 minutes.
Miss Becky's Cottage http://missbeckyscottage.it/

Altre ricette con le mele

Pumpkin, apple and hazelnut tart

Magic apple cobbler

Appleissima. Invisible apple cake

Mini apple tart with cointreau, cardamom and tonka bean

Apple, orange and date syrup mini cake

Tarte aux pomme normande

(Visited 82 times, 2 visits today)

Let everyone know… Share!Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Share on StumbleUpon0Share on Tumblr0Share on Yummly0Share on Reddit0Email this to someonePrint this page

2 Comments on Apple and cinnamon galette glazed with maple syrup

  1. Francesca
    24 settembre 2017 at 20:55 (3 mesi ago)

    Torna l’autunno… e torni tu. In punta di piedi, ma facendoti sentire. Lasciando il tuo segno. Sbirciavo fuori dalla finestra, per vedere quando si sarebbe ri-accesa la luce della cucina del cottage. E finalmente eccolo il tuo profilo che impasta, eccole le tue mani che affettano mele e distribuiscono cannella generosamente…
    Dopo il pieno di Puglia, di celeste e di sole, sei di nuovo pronta, con la frutta e le verdure di stagione già nel cestino… è solo l’inizio, lo dico anche a me stessa! E per fortuna… ci sono tante cose da cuocere in forno, si preannunciano mesi caldi… e poi so che mi farai ancora tante torte come questa, mentre il parco intorno all’altalena si tinge di giallo, pian piano… e noi siamo qui/lì.

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      30 settembre 2017 at 15:02 (3 mesi ago)

      La cucina ti aspetta e il giardino si è colorato di oro e rosso, di ruggine e carminio.
      Una fetta di galette c’è sempre per te.
      Un bacio, gatta!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *