Fried okra, avocado and white turnip salad

fried_okra-and-avocado-salad

Succede sempre così, che dicembre scivola via troppo velocemente e mai come nei giorni vicino a Natale faccio mia la frase “L’attesa del piacere è essa stessa il piacere.” perché in realtà sono tutti i preparativi che ci portano al giorno di Natale a farci sentire la pienezza e la magia. Almeno, per me vale questo.
Ma ad ogni modo, Dicembre è agli sgoccioli e regola vuole che si traggano le somme dell’Anno che sta passando.
Io sorvolerei volentieri, poiché trattasi di uno di quei anni senza infamia e senza lode, pieno di cambiamenti meravigliosi è vero, ma anche di qualche perdita.
Forse per questo, più che tirare le somme, io sono già impegnata a fare la lista di propositi e quella dello scrivere nero su bianco gli infiniti sogni. E non so come, ho sempre paura di formularli a voce alta, forse per paura che svaniscano, che si dissolvano in qualche modo.
Allora mi ritrovo ad urlarli all’Universo solo quando sono in mezzo ai boschi. E mentre lo faccio, già mi figuro tutta la fauna raddrizzare le orecchie e chiedersi chi mai ancora vuole urlare i sogni, i bisogni?
Non so come raccontare la tristezza che mi pervade nel lasciare questo mese, ma confesso che c’è anche un certo trillo nel cuore, nelle vene, se penso che gireremo pagina ed inizieremo un altro capitolo.
Ieri stavo leggende una bellissima frase di Thomas Szasz “…’se stessi’ non è qualcosa che si trova, è qualcosa che uno si crea.” ed io voglio farla mia per questo 2018.
Il 2017 è stato l’anno del Radicamento per me. Radicamento, nutrimento, l’anno in cui ho messo a fuoco mete che prima non mi erano chiare. Il 2018 voglio sia l’anno del Salto, del Grande Volo, della battaglia e della conquista. L’anno in cui i sogni iniziano a realizzarsi.
Sicchè nel 2018 correrò sempre più veloce incontro ai miei sogni.
Ma per correre ci vuole energia e leggerezza e visto l’atteggiamento che assumiamo nei giorni di festa in cui mangiamo non più per fame ma per sfizio, non per nutrirci ma per la gioia di godere del cibo, forse proprio per alleggerire il carico, che oggi ho preparato un’insalata con alcuni degli ingredienti che più mi piacciono, che può essere arricchita a piacere.
Ecco che vi lascio la lista di ingredienti per prepararla e approfitto per augurarvi un meraviglioso 2018, pieno di soddisfazioni.
Ingredienti per 4 persone: 200gr di okra fresca, 1 lattuga romana, 1 tazza di pomodorini datterini, 1/2 cipolla rossa, 1 avocado maturo, 1 limone, 2 rape bianche di medie dimensioni, 3 mandarini, farina 00 q.b. per infarinare l’okra prima di friggerla, olio per friggere + 80gr di skyr, il succo e la scorza di un limone biologico, 5 cucchiai di olio EVO, peperoncino in fiocchi a piacere, sale q.b.

Preparazione: Lavate con cura l’okra e asciugate strofinando leggermente per togliere la peluria. Tagliate in quarti, passate nella farina e friggete in abbondante olio per 1 minuto. Asciugate l’eventuale eccesso di olio. Affettate sottilmente la rapa bianca e la cipolla rossa e condite con un pizzico di sale. Aggiungete l’ocra, i pomodorini tagliati a metà, l’avocado affettato, la lattuga affettata e i mandarini e il limone pelati a vivo. Create una emulsione con lo skyr, l’olio d’oliva, la scorza e il succo del limone biologico e condite l’insalata. Aggiungete i fiocchi di peperoncino e aggiustate di sale se necessario.

Note: Potete arricchire l’insalata aggiungendo delle fette di mela verde, o patate novelle arrosto, sostituire la lattuga romana con l’idivia belga o per un’insalata più sostanziosa quale piatto unico, unirvi del petto di tacchino cotto ai ferri e tagliato a listarelle, oppure dell’uovo in camicia.

Alcune delle ricette con l’ocra che ho fatto negli anni:

Creole stewed okra chicken and sausage
Insalata di orzo, melanzane, ocra e asparagi
Stufato speziato di okra e pomodorini

 

Okra fry-Bhindi Masala by Eating well

Seared Okra and Tomatoes by Simply recipes

Pickled Okra by Simply recipes

Best Ever Seafood Gumbo by My recipe

Prosciutto-Wrapped Grilled Okra by My recipe

(Visited 77 times, 1 visits today)

2 Comments on Fried okra, avocado and white turnip salad

  1. Francesco
    29 dicembre 2017 at 22:48 (7 mesi ago)

    Carissima Rebecka,
    Ti auguro per questo imminente anno 2018 di indossare le ali di quella bellezza che possiedi e volare in alto, più in alto di quanto tu già sia.
    Ti auguro di realizzare tutti i tuoi sogni, condendoli con quell’amore che è il motore della nostra vita.
    Ti auguro ancora di continuare a deliziarci con le tue preparazioni originali e che stimolano la curiosità dell’assaggio.
    Buon 2018, ricco di salute, gioia e realizzativo come tu sogni!! AUGURI!!

    Rispondi
    • Rebecka
      Rebecka
      30 dicembre 2017 at 11:04 (7 mesi ago)

      Grazie per le tue bellissime parole Francesco. Ricambio gli auguri con tutto il cuore!

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.